Licenza Creative Commons

venerdì 25 settembre 2015

Aggiornamento sull'orso del mistero

Ciao!
già so che questo post interesserà a due persone ma ho fatto delle scoperte rilevanti sul mio orso del mistero e vi DEVO assolutamente aggiornare! Innanzitutto vi linko qui, il primo post in cui vi parlo di questo peluche parlante, in secondo luogo, aspetto sempre qualche informazione da qualcuno che possiede o ha posseduto un orso simile o ne sa qualcosa, anche la più minima informazione mi renderebbe felice.

Oggi spolveravo le mensole, perché quando uno è un collezionista, sa che la roba inutile è un ricettacolo di polvere, e ho deciso di riprovare a vedere se l'orso del mistero funzionava.
Aprendo la chiusura lampo dietro la schiena vedo che lo spazio è decisamente angusto, c'è con un contenitore per le pile e lateralmente fili che escono...O.O
Un'altra cosa poco confortante è che occorrono ben sei stilo che ho raccattato dai vari telecomandi in giro per casa, ma alla fine l'ho riempito :D.


In seguito, con non tanta facilità, ho inserito la cassetta in un buco microscopico tra il vano batterie e la testa, si deve alzare proprio quest' ultima per introdurla ed è una cosa un po' spettrale.


Premendo i bottoncini sulle mani non è successo nulla però ho visto che l'ombelico aveva una sorta di interruttore così l'ho girato e si è acceso di rosso a quel punto qualcosa ha cominciato a muoversi perché si sentiva un fruscio, ma non ho avuto modo di capire se la cassetta girava o meno, in quanto, essendo fatta con un unico nastro si svolge e avvolge contemporaneamente.


Sono troppo curiosa di sentire che storie assurde ci sono sulle cassette ma non ho nemmeno il coraggio di aprire l'orso perché il meccanismo è totalmente integrato con il peluche e sarebbe difficile separare le due cose; poi, c'è da dire che, con le cose elettroniche non sono molto brava.

Per finire una foto dell'orso del mistero con Teddy Ruxpin in una vacanza fino a data da destinarsi a casa mia XD, questo per farvi vedere la differenza tra i due, come dimensioni sono simili ma l'orso del mistero mi pare altamente inquietante, poco coccoloso e un po'troppo rigido, con un meccanismo davvero complicatissimo.


Se vi siete appassionati a questo giallo sappiate che finalmente l'ho risolto in questo post trovate tutto quello che ho scoperto :D!

martedì 15 settembre 2015

Gadget d'epoca dei parchi di divertimento italiani e no

Ciao!
Oggi post un po' strano che forse non interesserà nessuno.
Un'altra mia passione sono i parchi di divertimento in questo caso però evito di aprire un blog perché in rete ci sono molti che ne sanno più di me e che io amo leggere, un esempio è parksmania sia il sito che il forum.
Come anche per i giochi trovo più affascinanti i parchi del passato, forse perché mi ricordano la mia infanzia felice e senza pensieri.

Non vi è mai capitato di vedere la vecchia mappa di Mirabilandia e dire: "che bello partirei anche subito per andarci: fare un giro su sierra tonante, gettarmi per le rapide di rio bravo, perdermi tra le carote e i mais giganti della banca e il mercato e correre tra gli spruzzi della fontana delle cinquecento" Be io questa estate c'ho pensato sono partita per andare a Mirabilandia ma senza sierra tonante non è più la stessa, non c'è più quel clima di festa che c'era quando l'ho visitata la prima volta e credo che non lo riacquisterà più.

Gardaland è un altra storia, data la mia lontananza non posso tornarci tutti gli anni, infatti con tanta fatica sono riuscita a visitarlo l'anno scorso, dopo 22 anni d'assenza, e nonostante i cambiamenti di giostre e l'eliminazione di molti spazi verdi ha ancora la stessa nota magica degli anni novanta (che purtroppo a causa dei numerosi cambiamenti ora nel 2020 ha perso).

Bando alle ciance oggi volevo mostrarvi qualche gadget dei parchi di divertimento italiani e no d'epoca.
Se volete leggere la seconda parte di questo post potete cliccare qui.

Se volete vedere un video dedicato ai gadget di Gardaland vi linko qui un video.



Gardaland


Parto da Gardaland, si tratta di gadget risalenti ai primi anni novanta.
Il primo è un aggeggio infernale: un prezzemolo accigliato di circa 15 cm da appendere al collo, per un bambino di meno di 1,20 m, era davvero un monile degno di un rapper. Quando veniva tirato verso il basso tornava su autonomamente muovendo le manine su e giù.
Questo oggetto già non funzionava più già nel viaggio di ritorno dal parco non so perché. Da allora ho anche provato ad aprirlo varie volte per aggiustarlo ma invano. 



Ecco invece il pezzo forte il peluche di 30 cm di prezzemolo, sempre dello stesso periodo, è tenuto abbastanza bene mancano solo delle macchie blu che con il tempo si sono scolorite perché stampate sul pelo folto delle gambe e delle guance.
La mascotte di Gardaland non è che sia cambiata molto ha tolto solo il bavaglino, be si vede che anche lui è cresciuto.




Ho anche una T-shirt, quando la ritroverò, sperando che mia mamma non l'abbia buttata, vi farò vedere le sue foto. 

Ho trovato a un mercatino uno di quei quadretti specchiati sui quali erano stampate diverse figure che, nonostante la loro bruttezza tappezzavano le camere dei bambini nati tra gli anni '80 e '90. Era proprio del parco Gardaland ma era troppo brutto non sono riuscita ad acquistarlo la prima volta che l'ho visto e nemmeno la seconda, ma alla terza non ho resistito e non solo l'ho portato a casa con me ma l'ho anche attaccato nella mia camera; in fin dei conti è uno specchio.


Mirabilandia


Di Mirabilandia ho meno gadget, tra questi c'è uno uno zainetto che regalavano se portavi il coupon che usciva su Topolino, mia mamma era scettica ma uno l'ha portato lo stesso, quando ha visto che regalavano davvero lo zaino si voleva mangiare le mani per non averne portati di più.

Quello zaino era davvero comodo ci ha accompagnato in tante gite, spero che anche quello non sia stato buttato, io ce l'ho blu ma l'altra variante era rosso, anche se in giro ne ho visto uno multicolor. Non so di quanti colori l'abbiano prodotto però una cosa posso dirvela negli anni avvenire davano in regalo delle cuffie Philips invece che lo zaino ma non erano marchiate Mirabilandia. Se lo ritrovo di certo non mancherà una foto.

Ma non avete nostalgia di Fiorello con il capello lungo che faceva la pubblicità al parco e il suo motto "di giorno ti piglia di notte ti strabilia?!"
La mascotte del parco lasciava molto a desiderare, ma la resa in peluche è molto meglio in quanto la faccia è morbida e nel complesso il pupazzo può sembrare un supereroe con le gambe pelose, o almeno a me dava quell'impressione.
Ho anche delle cartoline del parco con tutte le mascotte in carne ed ossa, si perché non c'era solo il sole ma anche altri animali come una rana, un uccello fucsia e un altro che ora non mi sovviene, tutti vestiti con delle camice floreali ricavate dallo stesso pezzo di stoffa, se vi interessa posso postare una foto della cartolina.

Qui di seguito troverete la foto della mascotte, no non ci vedete male sono due e sembrano quasi le gemelle di shining, il mio è l'esemplare più usurato con la scritta Mirabilandia, l'altro l'ho trovato di recente ad un mercatino e stavano per buttarlo perché nessuno sapeva cosa fosse
L'ho preso io e da allora mi chiedo se è una taroccatura o se anche lui è una mascotte originale nel parco, come potete vedere i particolari corrispondono e anche i tessuti sono simili, l'etichetta è ormai sbiadita quindi non mi dà nessuna informazione. Non so che pensare, ma come mai qualcuno dovrebbe taroccare un gadget di un parco ormai in disuso da più di 20 anni, si perché l'altro esemplare sembra molto più nuovo del mio, se qualcuno di voi ha una risposta o ha acquistato una mascotte simile a questa mi aiuti a risolvere il mistero



Walibi Belgium


Per finire una breve parentesi di un parco europeo, parlo di walibi belgium in cui mi sono ritrovata in un viaggio in Belgio, il mio solo ricordo è la grande mascotte che mi ha accolto all'ingresso del parco porgendomi la mano che era super morbida e io sono stata con gli occhi che scintillavano fino alla sera. Eh si, perché dovete sapere che io già ad otto anni ero alta più di un metro e cinquanta e sulle giostre per i bambini non mi facevano salire e sulle montagne russe estreme non volevo andarci quindi mi ha fatto un immenso piacere essere trattata come una bambina dalla mascotte.

Naturalmente anche in questo parco ho acquistato il peluche che è piccolissimo ma costava un occhio della testa (i bottoni sono stati gentilmente aggiunti da mia mamma).
Con mia grande sorpresa però visitando pochi giorni fa il sito di walibi belgium ho scoperto che anche questa mascotte tanto morbida è stata cambiata, è sempre un canguro ma tutto magro e atletico non è più il peluchone morbido che accoglieva i bambini :( si vede proprio che i tempi sono cambiati.




Se anche voi avete dei gadget sui parchi di divertimento antichi o moderni raccontatemelo nei commenti mi raccomando:)

Alla prossima!!!

venerdì 11 settembre 2015

Qualche info su Teddy Ruxpin

Ciao!
Oggi vi parlerò del celeberrimo orso parlante e racconta storie Teddy Ruxpin!



Io non possiedo un Teddy Ruxpin, ho solo l'orso del mistero (sul link potrete leggere tutta la sua 
travagliata storia.), ma quando ero piccola e devo assiduamente i suoi cartoni e cantavo la sigla 
interpretata da Cristina D'Avena.



Ho provato a cercare in giro un orso Teddy Ruxpin tutto per me ma ne ho trovato solo esemplari
costosi e non funzionanti menomale che mi è venuto in soccorso Po perchè è lui il vero padrone 
dell'orso che vedete in queste foto. Gliel'hanno regalato da piccolo e ci ha giocato tantissimo, riesce 
ancora a leggere le cassette ma ahimé non ha più bocca ed occhi funzionanti.

Se volete vedere il video dedicato lo trovate qui:



Navigando in rete ho trovato un interessantissimo sito (tutte le info che vi dico in seguito sono prese 
proprio da lì):  https://ilmondoditeddyruxpin.jimdo.com/


Se avete anche voi un Teddy Ruxpin potete trovare, proprio a questo link, il modello preciso che 
possedete e capire se è raro o meno e se ha un motore forte come un caterpillar o se da un momento 
all'altro non funzionerà più.


Il Teddy Ruxpin che ho in prestito ha copyright 1985 ed è della marca World of Wonder (WOW)

In seguito, tra il 1990 e il '91 è stato riproposto dalla Playschool e qui in Italia venne distribuito dalla Giochi preziosi.

A quanto pare, i Teddy italiani erano, non solo più piccoli degli altri ma anche più fragili, infatti il
motore che muove la bocca e gli occhi e uno solo e ha delle cinghie che si rompono facilmente,
come è successo al mio (eh ormai me ne sono appropriata XD) impedendogli di muovere bocca e
occhi.

Anche il motore generale (che permette la lettura della cassetta), ha una vita breve ed è destinato a 
morire in poco tempo quindi pure il mio povero Teddy Ruxpin è possibile che da un giorno 
all'altro non parlerà più :(.


Questo Teddy italiano ha cassette stereo 8, a differenza degli altri che hanno cassette normali. 

Io posseggo solo quella della nanna che contiene alcune ninna nanna davvero commuoventi, sono
dolcissime e accompagnano il vostro sonno con tenerezza, facendovi sentire amati dal vostro orso 
che veglierà su di voi per tutta la notte. Le parole in realtà sono molto melense ma per un bambino 
piccolo vanno più che bene.

Non vi so dare altre info sulle cassette da comprare a parte, in quanto quella che ho io era
compresa con il peluche ma a tal proposito vi consiglio di visitare il sito che ho citato prima.



Se avete un Teddy Ruxpin in cantina o in soffitta non buttatelo per carità!Vendetelo così troverà 
un nuovo amico oppure donatelo a qualche bambino, è così dolce *_*.


Alla prossima :)