venerdì 25 maggio 2018

Bravo gorilla -eg- 1985


Ciao!
Oggi vi parlo di un gioco da tavolo veramente vecchio si tratta di Bravo gorilla edito dalla eg nel 1985. E' adatto per 2 giocatori da 6 anni in su. Se vi dovesse piacere, sappiate che, anche se è abbastanza vecchio, è molto facile trovarlo, noi l'abbiamo individuato in ben due mercatini, la prima volta non ci siamo fatti ammaliare ma la seconda volta, come sempre, causa prezzo ribassato, l'abbiamo preso senza rancori.
Eravamo dubbiosi sul suo acquisto perchè sinceramente non amiamo molto i giochi con una scacchiera come dama e scacchi, se invece, siete appassionati di questo tipo di passatempo, può essere una bella alternativa, soprattutto per i bambini piccoli, se volete iniziarli a questo tipo di giochi.
Se volete vedere la video recensione vi lascio il link qui.



La prima cosa che noterete di questo di bravo gorilla è la grafica della confezione, non vi ricorda anche a voi il libro della giungla della Diseny? Forse la eg ha scelto questo stile proprio per richiamare questo classico? Noi crediamo di si e chissà se ha avuto anche qualche citazione in giudizio, ma non addentriamoci in queste cose.

Aprendo la confezione troverete un grande tabellone e due serie di 16 pedine di plastica: una rossa ed una blu. 



Ci sono anche delle istruzioni, ultimamente tendo a non comprare più i giochi privi di regole perchè molte volte, risulta davvero un incubo reperirle in rete, io , quando posso, fornisco a chi me le chiede, le spiegazioni, ma non tutti fanno così. Io ne ho chieste diverse ma non ho mai ricevuto una risposta.
Sappiate che, anche se siamo nell' era della tecnologia, questo non ci giustifica nell'essere villani e nello scrivere a monosillabi: è buona regola rispondere a qualsiasi richiesta sempre con gentilezza e cordialità questo farà la differenza ve lo assicuro. Una risposta come "mi dispiace non posso", "mi dispiace ma non ho tempo", sarà comunque apprezzata rispetto che un mutismo  ingiustificato. Voglio dilungarmi su questo argomento, perchè altrimenti dovrei aprire un altro blog chiamato "i consigli della nonna" (che sarei io), ma già ne gestisco quattro, di cui due dormienti, e non mi pare il caso aprirne un altro.
Se vi sentite sopraffatti dai miei consigli proseguite, saltando fino al prossimo grassetto. L'altra cosa che volevo dire è quando scrivete commenti su facebook, blog, youtube oppure anche mail, sappiate che avete davanti altre persone come voi; vi farebbe piacere essere apostrofati per strada in questo modo:"non mi piaci fai schifo", "inviami le istruzioni del gioco"???!!!
 E' buona norma salutare, fare un cappello introduttivo dicendo chi sta parlando o cosa si è apprezzato o non apprezzato della cosa che si sta commentando e poi fare la vostra richiesta, saranno una ventina di caratteri in più non vi cadrà la mano. Un esempio è:"Ciao! ho letto la tua recensione non mi è piaciuta perchè ti dilunghi troppo", "salve sono un appassionato di cose vintage, ho questo gioco ma mi mancano le istruzioni, potresti inviarmele?". In questo modo chi sta dall'altro lato capisce meglio cosa state dicendo e perchè lo state dicendo. E' del tutto inutile digitare messaggi monosillabi che puntualmente le persone ignorano o a cui rispondono bruscamente, anche se magari le intenzioni erano buone. La rete è come camminare per la strada: vedete tante cose e tante persone e non credo che, anche se alcune cose le pensate, per la via le dite ad alta voce. Vi immaginate:" mammamia quella come è vestita male", "tu sei proprio antipatico", ecc. Siamo pur sempre persone, spero, più o meno evolute.

Ecco giunti al grassetto, avevo proprio bisogno di sfogarmi, stavo dicendo che le istruzioni, anche su consiglio del proprietario del mercatino, le ho reperite in rete ingrandendo le foto degli annunci di chi vende questo gioco, quindi non le ho, non chiedetemele, desumetele da questo post XD.

In questo gioco è fondamentale come i giocatori  si dispongono davanti alla plancia è importante che uno sia da un lato e l'altro sia dall' altro, in modo tale da non vedere le pedine avversarie.
Davanti ad ogni giocatore mettete la parte della plancia  con i puntini, ognuno deve sistemare le proprie 16 pedine in modo tale che le figure delle scimmie siano davanti a loro e l'altro concorrente non può vederle. L'ordine è a vostro piacimento.


Comincia sempre il blu, ad ogni turno ogni giocatore muove una pedina a scelta di una casella in qualsiasi direzione. Ci sono delle caselle speciali, sei rettangoli con delle immagini di una giungla che hanno da una parte la scritta entrata e dall' altra quella uscita. Quindi voi facendo solo un passo potete passare dall' entrata all' uscita. Invece la palude centrale non potete oltrepassarla in nessun modo, è come se lì ci fosse un muro.
Il fine del gioco è quello di catturare il re gorilla avversario, che è quello caratterizzato dal simbolo della corona sulla pedina.

Come fate a catturare i gorilla? Basta arrivare con una pedina del vostro colore davanti o affianco ad una pedina del vostro avversario, toccarla e dire che lo sfidate. Le istruzioni dicono che l'avversario può accettare o meno la sfida ma in questo modo il gioco diventa totalmente inutile, perchè se l'avversario sfida il vostro re, voi dite semplicemente che non accettate la sfida e sarete apposto. Io vi consiglio di eliminare questa regola e decidere che alle sfide non ci si può sottrarre, così sarà tutto più interessante.




Ora parliamo delle pedine che avete nel vostro arsenale:


  • gorilla con i numeri dall'1 al 4, questi logicamente vinceranno una sfida se si scontreranno con un numero ad essi inferiore: ad esempio se un gorilla 4 sfida uno 3 sarà lui a vincere e l'altra pedina verrà rimossa dal gioco.
  • il gorilla 5 può catturare tutti gli altri gorilla, tranne gli stregoni caratterizzati dalla lettera S.
  • il gorilla guardia che ha in alto alla pedina una lettera G cattura tutti tranne i gorilla con la banana.
  • il gorilla con la banana cattura sia le guardie che gli stregoni e naturalmente tutte le altre pedine.
  • il gorilla  stregone caratterizzato da una S, cattura sia le guardie che  i numeri 5.
  • il gorilla re viene vinto da qualsiasi pedina.

Detto questo capite bene che una sfida vi permette di eliminare dal gioco una pedina avversaria ma renderà nota anche l'identità della vostra pedina.
Un' altra regola che dovete decidere ad inizio, perchè le istruzioni non ne fanno menzione, correggetemi se sbaglio, è decidere cosa succede se si incontrano due pedine dello stesso grado. Potete decidere se entrambe vengono eliminate dal gioco, questa mi sembra la soluzione più interessante, oppure rimangono entrambe in gioco.
Detto questo continuate la vostra partita fino a quando uno dei due giocatori non cattura il re, sarà lui il vincitore.
Spero che questa recensione vi sia piaciuta, alla prossima :).

venerdì 18 maggio 2018

Cafè international - Mattel - 1990

Ciao!
Oggi vi parlerò di un gioco da tavolo della Mattel. Non so perchè ma, mi fa sempre strano vedere dei giochi da tavolo di questa marca che io abbino sempre, nella mia mente, alle barbie, devo dire però,che tutti quelli che ho sono molto validi.

Il gioco in scatola di oggi di chiama cafè international, come sottotitolo ha "un divertente gioco di strategia internazionale", è adatto da 10 anni in su da 2 a 4 giocatori.

Se volete vedere il video vi lascio qui il link.



Mi dispiace, ma in questa recensione sarò di parte infatti questo è uno dei pochi giochi che ho nella mia soffitta che uso tantissimo. Infatti molti di quelli storici o cui sono particolaremente legata, diciamoci la verità, non ho modo di usali spesso: perchè mi mancano i giocatori, perchè durano troppo oppure non mi stuzzicano la curiosità, in quanto le partite sono tutte uguali; invece a questo ci gioco sempre volentieri. 
La mia versione risale al 1990 ma credo che se ne sono susseguite di differenti e spero davvero che lo rieditino presto perchè è davvero un gioco interessante.

Il gioco è adatto dai 10 anni in su perchè si tratta di un passatempo di strategia e bambini di età inferiore potrebbero non avere la pazienza di riflettere prima di ogni mossa (dipende anche dall' indole del bambino), ma vorrebbero agire quindi meglio scegliere, per loro altri giochi.
E' ambientato in un bar internazionale, come dice il titolo, io l'ho sempre immaginato in un aeroporto, dove persone di diverse nazionalità possono incontrarsi. E' sempre difficile trovare il compagno di tavolo ideale ed in questo gioco sarete voi a sistemare i vari avventori che arrivano nel locale.
E' da sottolineare anche la grafica, molto adatta al gioco, con disegni espressivi e azzeccatissimi. 

Nella confezione troverete:
  • un tabellone;
  • quadratini di carta in un sacchettino: 48 uomini, 48 donne e 4 jolly;
  • fiches segnapunti: nere, rosse e blu;
  • istruzioni.


Preparare il gioco è facilissimo, aprite il tabellone e fate pescare 5 tessere a ciascuno, questi dovranno essere messi scoperti davanti ad ogni giocatore.

Sulle tessere sono  raffigurati uomini o donne di diversi paesi europei, se non li riconoscete dai tratti somatici e dall'abbigliamento, potete aiutarvi con bandiere che si ritrovano sullo sfondo.
Sul tabellone oltre a vedere un enorme quadrato al centro, di cui parleremo dopo, vedete una molteplicità di tavoli caratterizzati dalle diverse bandiere. Attorno ad ognuno ci sono 4 posti, alcuni anche condivisi, tra più tavoli. 

Al vostro turno dovete posizionare al massimo 2 personaggi su uno o più tavoli.

Per mettere le vostre tessere sul tabellone dovete seguire delle semplici regole:
  • in un tavolo non ci può essere mai un unico avventore (a meno che non appartenga ad un gruppo di un tavolo adiacente);
  •  intorno ad un tavolo ci possono essere un uomo ed una donna;
  •  intorno ad un tavolo ci possono essere 2 uomini ed una donna;
  •  intorno ad un tavolo ci possono essere un uomo ed 2 donne;
  • intorno ad un tavolo ci possono essere 2 uomini ed 2 donne.

Vi metto alcune foto che vi permetteranno di capire meglio la situazione.






I posti promiscui, presenti tra tavoli di diverse nazionalità, servono per facilitarvi il compito di posizionare egli avventori, infatti se in un turno, non riuscite a fare nessuna delle precedenti combinazioni sarete costretti a passare la mano e posizionare una tessera nel quadrato centrale. Come vedete, la prima riga ha segni positivi che vi permetteranno, una volta occupati, di prendere punti ma le restanti caselle hanno punteggi negativi, che dovranno essere sottratti a quelli che avrete accumulato fino a quel momento.


Una volta sistemati gli avventori ne dovete ripescare dal sacchetto, quanti ne avete sistemato a meno che non riuscirete, in quel turno a formare un tavolo puro: cioè con avventori tutti della stessa nazionalità. In questo caso non dovete ripescare il quadratino che vi ha permesso di fare questa mossa. 

Capite bene che facendo 5 tavoli puri finirete le tessere e questo è uno dei modi per finire il gioco, altrimenti si finisce quando non si possono mettere più tessere ed il quadrato centrale sarà ormai completo, oppure rimangono solo 4 tessere nel sacchetto.

Esistono 4 jolly, due maschi e due femmine che possono essere usati per completare i tavoli, come le altre carte ma potranno assumere la cittadinanza che preferite, rispettando comunque il loro sesso. Non potete usare un jolly uomo al posto di una donna mancante in un tavolo! Un volta posati potranno essere ripresi da un altro giocatore se avrà l'avventore corrispondente. Se il giocatore decide di riprenderlo in quella mossa potrà solo fare lo scambio senza poter posare altre tessere.

Volutamente ho lasciato alla fine la questione dei punti, essi si contano in questo modo:
  • per una coppia 2 punti;
  • per una coppia più un terzo cliente 3 punti;
  • per due coppie 4 punti;
  • tavolo puro 8 punti.

Come segnapunti ci sono dei gettoni colorati che a me non convincono pienamente, sia perchè nel gioco che ho comprato ne mancavano molti( sapete dove si possono comprare?), li ho dovuti rifare in carta , sia perchè ci vuole una sorta di banchiere che sta continuamente a dare gettoni ed a cambiare gettoni, perchè quelli dai valori più bassi finiscono subito. A tal proposito:
  • i gettoni neri valgono 1 punto;
  •  i gettoni rossi 5 punti;
  • i gettoni blu 10 punti.


Non so come migliorare questa cosa, dato che i gettoni sono utili quando si pongono i cartoncini nella parte centrale del tabellone per rimuovere facilmente i punti. Si potrebbe pensare ad un block notes per ogni giocatore? Fatemi sapere cosa ne pensate voi.

Il vincitore, sarà colui che dopo la fine della partita avrà più punti.
Ricordatevi che tutte le tessere che vi sono rimaste in mano dovranno essere segnate come 5 punti negativi, e se vi rimane in mano un jolly sarà addirittura meno 10 punti.

Spero che questa recensione vi abbia tenuto compagnia, alla prossima:).