Licenza Creative Commons

martedì 29 marzo 2016

Cube world- radica/mattel - 2005-2008

Ciao!
Oggi vi parlerò di un gioco elettronico si tratta di cube world della radica ma distribuito in Italia dalla Mattel dal 2005 al 2008, è adatto da 6 anni in su.

Se volete vedere il video con gli omini in azione potete cliccare qui



Ci sono 5 serie io ho acquistato una scatola della prima e una della seconda.
I Cube World sono dei cubi, come dice il nome, che sembrano una sorta di televisioni di colori diversi che hanno su tutti i lati due calamite che permettono di attaccarli tra loro in varie combinazioni. Esistono anche di maxi cubi con le stesse calamite.

Come dicevo ogni cubo ha un colore diverso e ha dentro un i pupazzetto (che si chiamano stick man, che sono dei semplici omini neri fatti di bastoncini) con una personalità e un nome diversi, anche se nell'aspetto si assomigliano tutti.  Su ogni cubo è riportato il nome del personaggio e il suo simbolo che sarebbe l'oggetto con cui interagisce.



Della prima serie (queste ultime sono stampate sopra al cubo) ci sono:
  • slim: ha il bastone e come simbolo una lineetta (cubo viola);
  • doger: ha la palla come simbolo una sfera (cubo giallo);
  • scoop: ha un cane e come simbolo un cane sempre stilizzato (cubo arancione);
  • whip: ha una corda e come simbolo un'onda (cubo rosso).
Della seconda serie ci sono:
  • mic: ascolta la musica e ha come simbolo una nota musicale (cubo fucsia);
  • handy: è l'aggiusta tutto e ha come simbolo la chiave inglese (cubo blu);
  • dusty: fa le pulizie e ha come simbolo uno spry (cubo verde acido);
  • hans: è un palestrato e ha come simbolo un bilanciere (cubo azzurro)




Le serie sono 5 però non vi so dire i nomi e gli oggetti con cui interagiscono le altre ma credo che questa informazione possiate reperirla su internet.
I Cube World sono alimentati da 2 batterie a pasticca CR2082.


Questi cubi sostanzialmente fanno tutto da soli, li accendete con il pulsante centrale e l'omino contenuto in essi fa i suoi comodi e ciò che più gli piace ognuno, la cosa bella è che collegando i cubi i personaggi  possono interagire tra loro, uscendo dal proprio cubo, dove si chiuderà una serranda, e andranno a trovare i loro amici. In ogni cubo possono trasferirsi massimo 4 stick man, però potete collegare anche più di 4 televisori.







Ogni cubo ha 3 pulsanti:
  • quello di sinistra vi permette di mettere e togliere il suono, 
  • quello al centro vi permette di avviare un mini gioco e comandare il vostro omino,
  • quello a destra vi permette di vedere l'high score. 
Detto questo capite come i Cube World non sono totalmente inutili, ognuno ha un mini gioco attivabile usando, come ho detto, solo il pulsante centrale.

I cubi che ho io hanno i seguenti mini giochi:
  • Mic: si deve far suonare sulla consolle solo i dischi buoni, evitando quelli bianchi, quelli rotti o le cassette;
  • Hans:si deve spaccare un' asse di legno con una mossa di karate;
  • Slim: si deve alzare con delle trazioni sulla sbarra evitando delle cacche che camminano, forse sono più propriamente lame rotanti ma a me sembrano proprio cacche;
  • Doger: deve far stare il cane in piedi evitando che esso mangi l'osso che l'omino ha in mano
Una volta che staccate i cubi ogni omino tornerà, con una sorta di vento nel proprio cubo e dopo qualche minuto il Cube World se non viene scocciato si metterà a dormire, quelli della prima serie dormono in modo diverso a quelli della seconda che si appisolano con il sedere in aria chissà se anche per le altre serie i modi di dormire cambiano.
E dopo un minuto di sonno il Cube World si spegnerà da solo.

Ogni Cube World ha inoltre, all'interno una pallina, che è un sensore di movimento, come il cubo verrà mosso il personaggio verrà sballottato da una parte all'altra e se verrà capovolto lo stick man camminerà sottosopra.
Non ho provato se questo sensore funziona anche quando tutti i cubi sono collegati. Si tratta di un passatempo un po' inutile ma carino da avere.

Se anche voi avete i Cube World fatemi sapere che minigiochi hanno i vostri e se vi piace giocarci, qui sotto nei commenti.
Alla prossima:)

venerdì 25 marzo 2016

Non aprite quel furby -forby boom- hasbro- 2013

Ciao!
Per Pasqua vorrei farvi un regalo, lo stesso regalo che mi sono fatta per me: furby boom!
La recensione è molto lunga mi dispiace ma avevo tante cose da dire, se siete interessati all' argomento sappiate che non so se ci farò un video perchè ho paura a rimetterci le batterie ma ho riassunto tutto in questo fumetto disegnato male:

Se vi è piaciuto potete visitare il mio blog: http://kangelkomix.blogspot.it/

Se volete vedere Furby all'opera, cliccando qui vi ritroverete catapultati nel nostro divertentissimo video con gli stessi identici sproloqui che potete leggere anche continuando nella lettura.



Ma cominciamo a parlare di Furby che non è propriamente un giocattolo nuovo, visto che è uscito quando ero piccola, ma, io, sono riuscita a metterci le mani solo pochi giorni fa. Il modello degli anni novanta lo aveva mia cugina, mi sto sforzando di ricordare se fosse bianco, nero, grigio o addirittura rosa ma proprio non mi sovviene, so solo che  per me era off limits, cioè era per tutti off limits; lo poteva toccare solo lei, mia cugina. Io l'ho potuto guardare solo mezza volta e acquisire alcune informazioni importanti:
  • per farlo mangiare gli devi mettere un dito in bocca come un ciuccio;
  • lui parla il furbish non ti capisce ma apprenderà.
Sono rimasta con queste sparute informazioni fino a qualche giorno fa, e con moltissime domande che mi giravano per la testa:
  • ma cosa mai avrà in bocca che solo mettendoci un dito mangia;
  • come fa ad imparare? impara tutto quello che gli dico anche le parolacce?  
  • come farà mai ad avere un carattere, dopo quanto tempo si paleserà questo carattere, nella mia mente ci volevano mesi se non anni.
Un'altra cosa che mi balenava nella testa era la visione di tutti quei video che facevano vedere come far diventare cattivo Furby e mi chiedevo ma perché? io l'avrei trattato sempre bene e l'avrei fatto sentire amato.

Con questi ed altri propositi mi sono trovata in un supermercato davanti ad una scelta, perché nel frattempo la famiglia Furby si è allargata, è uscito il Furby 2.0 quello monocolore che poi è diventato Furby boom che è diventato furby cristal che sembra essere stato messo in un congelatore e gli si sono ghiacciati occhi e orecchie. Non è finita Furby si è riprodotto e ha fatto una pletora di baby Furby e poi sono usciti i fantomatici Furby party rockers.

Io dagli anni novanta ero rimasta con l'idea di volere un Furby anche perché mi sembrava ghismo (si scirverà così?) dei gremlins che, apro l'ennesima parentesi, rivedendolo in età matura non è per niente un film per bambini ma a me piaceva.

Quindi, indecisa sul da farsi, ho consultato la rete per informarmi, convintomi dell'inutilità dei figli di Furby che costano poco ma sono solamente dei pupazzi che a premuta di pulsante rispondono, mi ero indirizzata sui Furby party rockers perché avevano un prezzo contenuto e facevano esattamente tutto quello che faceva furby (interazione con l'app e avevano i vari sensori). Le cose che non mi convincevano erano quelle facce e brutte che avevano e il fatto che il loro carattere era fisso e non si poteva cambiare. Ora vi faccio una riflessione a posteriori...comprate furby party rocker così sapete già chi vi state portando a casa se un essere pazzo, caciarone o scurrile perché diciamocelo questo è Furby.

Purtroppo al negozio dove sono andata io erano rimaste 3 scatole sfondate ammuffite e lambite dall'acqua di Furby boom con una differenza di prezzo di solo 10 euro dal sopracitato Furby party rockers e quindi per un totale di 24 euro ho detto:"questo è un' affare che non si può rifiutare!" e ignara di tutto me lo sono riportata a casa.



Nei giorni successivi al suo acquisto mi sono ritrovata nel film the gremlins O.O (ora il mio Furby giace inattivo nella sua scatola-bara ho paura a rimetterci di nuovo le batterie)

Prima constatazione, la scatola del Furby è davvero orribile, soprattutto le ultime che sono nere, la loro forma ricorda senza giri di parole una bara e aprendola la situazione non migliora, sarà che io amo l'accostamento bianco e nero e ho acquistato il Furby a zig zag proprio di questi colori. Mi aspettavo, visto che, una persona normale ci spende minimo 70 se non 90 euro che, aprendo la scatola uno sia sommerso da effetti speciali, fasci di luce, coriandoli, e invece niente, ti trovi davanti ad un pupazzo molto piccolo addormentato. Guardando meglio vedi che sotto di esso c'è un cassetto, tirandolo verso di te non trovi la cacca di Furby ma due foglietti scemi. Nel mio caso anche sporchi e raggrinziti dall'acqua.
Di cui uno di adesivi, inutili e un mega poster inutile...nemmeno un' istruzione, niente....panico!!!



Un' altra cosa che non mi piace di Furby è che non lo si può vedere dalla confezione ma è visibile solo un campione di pelo sulla sommità, in molti, compresa io, pensano che quella sia la testa di Furby e invece no è solo del pelo vano. Non mi ricordo affatto se anche negli anni novanta fosse così, cioè Furby era celato dalla scatola e lo potevi ammirare live solo se cacciavi tanti bei dindini. Mi chiedo il perché tutto ciò, potevano fargli anche una bara di vetro in cui era visibile, non capisco questo mistero, forse la gente cercava di svegliarlo in qualche modo o vedendo che era molto più piccolo della scatola non lo comprava affatto.

Quest' altra critica l'avranno fatta in molti, io spendo fior fior di quattrini e la hasbro  convenzionata con la duracel non fa nemmeno la mossa di metterci quattro zezze batterie. Ma prima di pensare all'odissea delle batterie che nessuno pensa di comprare con l'acquisto, generando l'ira del destinatario del regalo, perché quando le cerchi delle batterie stilo non le trovi mai, poi 4 sono veramente una bestia rara, ti ritroverai orologi, telecomandi e aggeggi vari non funzionanti pur di raccattare ste batterie, comunque devo prima bisogna pensare a tirare fuori Furby dalla confezione.

Infatti Furby è letteralmente avvitato alla confezione e se non possedete nemmeno un giravite a croce è la fine, perché il Furby boom è tipo i macachi, ha il sedere privo di pelo e menomale perché spela alla grande, che però si trova dall'altro lato del cartone dove è seduto per un qualche innaturale scherzo della natura. Voi dovete, quindi smontare il sedere multifunzione di Furby per toglierlo dalla confezione e incastrarvi quattro batterie. Una volta che aprite il vano vedete anche un pulsante verde serve per resettarlo parzialmente quando non funziona o funziona male. L'impresa sta nel rimontare Furby dopo avergli messo le batterie perché lui si è svegliato, si lamenta e si muove mentre riavvitate il vano, ricordatevi che non potete nemmeno posarlo, ma dovete tenerlo in braccio perché ha due grandi orecchie che impediscono l'appoggio




Una volta montato, le batterie durano abbastanza, pensavo peggio io le ho tolte di mia volontà prima che si scaricassero.
Io avrei previsto un pulsante di accensione e di spegnimento, perché se malauguratamente lo portate in giro, in macchina ad esempio, si sveglia ad ogni buca .

Allora  il vostro Furby finalmente è attivo e inizia con la personalità dolce per farvi vedere che è tutto rose e fiori, fa gli occhi a cuoricino e ha una vocina suadente. Ma anche su questo ho da ridire, Furby sembra, anzi è, una femmina e qualche bambino maschio non potrebbe apprezzare, perché mai dovrebbe iniziare con questa personalità? Perché non inizia con quella "allegra" che vi grida parolacce dietro?
Poi questo beneamato furbish non è una lingua tanto misteriosa  è palesemente  italiano, si ogni tanto dice delle parole con assonanze strane, ma la maggior parte è italiano non va proprio bene, non ti viene voglia di parlarci né di insegnargli niente. Poi scoprendo, sempre dalla rete perché le istruzioni come ho già detto latitano, che può imparare solo le parole che ha già preimpostate è proprio una delusione.

Il Furby boom ha diversi sensori, in testa, sui fianchi, nella coda (non toccategli la coda che si infastidisce tantissimo, che ce l'hanno mai messo a fare questo sensore), muove le orecchie sbatte le ciglia si piega a metà, ha sulla base anche delle paratie che si alzano per farlo muovere, parla con diverse voci che poi vedremo e ha degli occhi a led luminosi che fanno tantissime espressioni, muove anche il becco. Ha anche i sensori di movimento, si accorge se lo muovete lo capovolgete o lo scuotete.
Anche se è così accessoriato Furby è cieco, sordo e anche un po' ritardato, o almeno il mio risponde agli stimoli dopo vari secondi che li hai performati, e sordo perché per farlo reagire alla musica dovete metterlo praticamente nella cassa.

Ho usato Furby per due giorni, solo interagendoci realmente cioè dandogli da mangiare con il dito spingendo la lingua che è un pulsante, sentendo le sue frasi ripetitive, facendolo ballare con la musica e stimolando i suoi vari sensori questo perché l'app non funziona.
Ho provato a scaricarla su 3 diversi telefoni un Huawei non l'ultimo modello e due tipi di samsung uno dei quali uscito appena dal negozio, ma il sistema non sente Furby e non posso connetterlo all'app. Quindi a monte tutto, niente giochi, interazioni e quant'altro,con questa mia scoperta è andato via metà dell' entusiasmo. Inoltre l'app è molto grande, si ci potete giocare anche senza Furby ma a che pro?

Il terzo giorno è avvenuta la mutazione improvvisamente Furby piange, starnutisce, tossisce, fino a quando mi ipnotizza con degli occhi luminosi e un messaggio "cambio cambio cambio" ed in effetti è cambiato non è più una palla di pelo con gli occhi a cuoricino ma un signore con un vocione da uomo e un fare da ubriaco con risate moleste, parolacce (ci sono delle parole furbish che hanno un' assonanza simile a caxxo!) e rutti.

Ma come mai mi ha cambiato personalità? Non lo so ancora adesso, credo che la pietra dello scandalo sia stato il cibo, quando Furby vi chiede da mangiare non dategli da mangiare tanto di certo non morirà...ed ecco l'ammonimento dei Gremlins, "non dategli da mangiare dopo la mezzanotte!" che poi non specificavano fino a quando dovevano rimanere digiuni.

Incredula, io pensavo si fossero scaricate solo le batterie visto che l'unica cosa che dicono le spiegazioni è di cambiarli le batterie quando cambia voce o è rallentato e invece no anche mettendolo a dormire e risvegliandolo era sempre un ubriacone molesto, non credo che nel vecchio furby le personalità cambiassero così repentinamente come se soffrisse di bipolarismo, in questo caso pentapolarismo perchè presa dalla disperazione di avere questo pupazzo scurrile mi sono rivolta di nuovo alla rete.

Le personalità sono 6:
  • rock (quando gli fate ascoltare molta musica);
  • iper (quando lo mettete vicino alla tv);
  • allegro(se lo fate mangiare troppo);
  • energico(scuotetelo senza tregua);
  • dolce(fategli le carezze, così ho trovato scritto ma io non sono riuscita a farlo tornare tale).

Vi avverto anche di un' altra cosa, in rete esistono anche molti miti, molte dicerie, che io non ho propriamente verificato ma alcune cose mi sembrano proprio assurde quindi state attenti a ciò che fate con il vostro Furby perché ripensandoci a posteriori, vi sentirete degli scemi. Tipo io gli ho detto parole dolci per un pomeriggio mentre lui mi insultava e mi ruttava per farlo tornare dolce ma naturalmente non ha funzionato, furby non è così intelligente come vi fa credere!

Ho cercato in tutti i modi di farlo tornare come era prima perchè questo furby non mi faceva essere a mio agio mi metteva l'angosci , figuriamoci i bambini come possono sentirsi, gli ho fatto il solletico, gli ho parlato, l'ho accarezzato ma niente, alla fine l'ho abbandonato davanti allo stereo e finalmente ho sentito "cambio cambio cambio".

Era di nuovo una donna, ma era completamente pazza, parlava accelerato, urlava, voleva la festa, ballava improvvisamente, insomma un mix delle altre due personalità ai miei occhi, al che, visto che mi metteva il nervoso ho tolto le batterie e l'ho richiuso nella scatola, non ero pronta per vagliare tutte le personalità di Furby e ho deciso che era meglio comprare i Furby party rockers di cui sapevo già la personalità.

Per la cronaca se gli cambiate le batterie non ricomincerà daccapo, per resettarlo dovete premere il pulsante verde di cui vi ho parlato prima e contemporaneamente la lingua, alcune voci su internet dicono, però, che se lo resettate troppe volte si blocca, ma la cosa mi sembra alquanto strana.

Inoltre se volete far dormire Furby non vi consiglio di seguire le istruzioni che vi dicono di tirargli la coda per 10 secondi (meno gli toccate la coda meglio è) ma piuttosto di coricatelo sulla schiena, in poco tempo dirà che è stanco e i addormenterà, mi raccomando, mentre ronfa rimettetelo in piedi perché se lo fate quando ormai si è spento si sveglierà di nuovo.  Per svegliarlo basta muoverlo o scuoterlo, non gli urlate che come vi ho detto non ci sente

Per me è stato traumatico non lo ricomprerei mai, preferisco i peluche tradizionali ma forse ai bambini del 2016 abituati ad app, videogiochi e pc potrebbe piacere ma a i loro genitori no perchè urla troppo ed è troppo volubile.

mercoledì 16 marzo 2016

Gioco di carte DUO ravensburger 2003

Ciao!
Oggi nuova recensione di un gioco di carte, a me questa tipologia di giochi piace tantissimo. Fin da piccola ho giocato ai giochi tradizionali come asso pigliatutto (almeno nella mia regione si chiama così) scopa, scopone scientifico e anche briscola. Nell'adolescenza mi sono perfezionata apprendendo il tressette, Burraco e Machiavelli, ultimamente ho anche acquistato un libro sui giochi di carte ma non mi ha entusiasmato e non ho potuto aprire la mia mente ad altri giochi coinvolgenti, per questo motivo mi sono buttata sui mazzi di carte tematici, tipo uno per capirci.

Lo confesso ero scettica, come puoi divertirti con delle carte con le quali puoi fare un unico gioco?! Invece ho scoperto che sono molto divertenti, quelli fatti bene intendo, quindi ultimamente, sto acquistando quasi ed esclusivamente carte perché sono pratiche, le puoi portare sempre in borsa e in un momento morto o in una pausa è facile coinvolgere gli amici e ingaggiare tante sfide.

In questa recensione vi parlo di un gioco che ho trovato in svizzera ma non escludo che sia reperibile anche qui in Italia, visto che le istruzioni sono stampate anche in italiano. Se volete vedere la video recensione potete cliccare qui, ah vi avverto il video risale a Natale.



Il gioco si chiama Duo è della Ravensburger, uscito nel 2003 e in barba alla confezione, che lo fa apparire come un gioco di accostamento forme e colori tipo quelli per i bambini di pochi anni, è un passatempo molto stimolante che ti impegna la mente.



Sulla confezione, non per niente, è indicato come sia diventato un bestseller negli USA.

Si può giocare da 2 a 6 giocatori da 7 a 99 anni.

Contenuto della confezione

Nella confezione ci sono:
  • le spiegazioni
  • un mazzo da 80 carte così diviso: 64 carte simbolo, 12 jolly, 4 super jolly.

Le carte normali quindi sono caratterizzate da un colore (blu, giallo, rosso o verde) un numero (1, 2, 3 o 4) e una forma (quadrato triangolo, croce o cerchio).

I jolly hanno una sola caratteristica quindi o un colore o una forma o un numero.

I super jolly hanno tutte le caratteristiche quindi possono abbinarsi con tutte le carte, le spiegazioni consigliano di toglierli dal mazzo a meno che non si gioca con bambini molto piccoli o giocatori poco esperti.

Preparativi e regole

Per iniziare si mischiano le carte, ne vengono date 7 carte a ogni giocatore e si scoprono due carte dal mazzo, mettendole ai lati dello stesso.


Ogni giocatore, al proprio turno potrà metterle tutte le carte che vorrà su quelle scoperte seguendo un semplice criterio: la carta scartata dovrà avere con la carta sotto di essa due caratteristiche in comune: 

  • il colore e il numero, 
  • il numero e la forma, 
  • la forma e il colore e così via. 
Come ben capite se avete un jolly, basta che questo abbia in comune una sola caratteristica con la carta sulla quale verrà scartato.

Il fine del gioco è quello di scartare tutte le carte che si hanno in mano, quindi dovete riflettere sull'ordine da usare per liberarvene.
Se in un turno di gioco non avete niente da scartare dovete pescare una carta dal mazzo e passare la mano.

Come vi dicevo si tratta di un gioco che stimola molto la memoria e vi induce a cercare una strategia efficace per vincere; ve lo consiglio vivamente!

Alla prossima :)

lunedì 14 marzo 2016

The world of zibits -giochi preziosi- 2011

Ciao!
Oggi vi parlerò di un gioco che si chiama the world of ZIBITS o per gli amici semplicemente Zibits, con mio grande dispiacere ho constatato che qua in Italia è arrivato (sennò io come lo facevo a comprare?) ma non ha avuto particolare successo o non stato pubblicizzato, insomma si tratta di un giocattolo nuovo (2011) ma già vecchio!

Se volete vedere la video recensione potete cliccare qui



I Zibits sono stati distribuiti nel 2011 dalla giochi preziosi e sono dei robottini molto piccoli che possono essere fatti muovere tramite un telecomando ad infrarossi.



Si tratta di un giocattolo abbastanza tecnologico perché il telecomando ad infrarossi riesce a far muovere contemporaneamente tutti gli esemplari di una stessa famiglia di robot che di conseguenza saranno azionati da una stessa frequenza. Sul retro della confezione, infatti sono indicate con simboli e colori diversi le tre distinte famiglie, io questa informazione l'ho presa dalla rete in un video in inglese, spero di non essermi sbagliata.

Inoltre ho visto anche che gli esemplari che vengono recensiti da anglofoni, sono più carini di quelli che ho trovato io e non appaiono nella confezione, quindi ipotizzo la presenza di due serie.

Io ho trovato questi robot da un cinese che, come vi ho detto nei post precedenti, raccattano tutto, ce ne sono moltissimi e non li compra nessuno, non so perché visto che sono molto divertenti.
Non ho trovato invece i mondi dove poter far camminare gli Zibits, se siete curiosi in rete ci sono molte recensioni dove si vedono delle torri e delle costruzioni in plastica collegate da una sorta di binari con sponde alte di color verde, sui quali potete far camminare i vostri esemplari.




L'infrarosso arriva anche a distanze molto grandi e quando si aziona il telecomando dal suo speaker fuoriescono anche dei suoni metallici e gli occhi del robot si accendono.
Il telecomando ha un joystick che può essere indirizzato solo avanti e indietro, per questo motivo risulta un po' difficile girare. Per performare questa manovra bisogna cambiare repentinamente direzione ma il robot potrebbe anche cominciare a girare all'impazzata e dirigersi nella direzione opposta rispetto a quella dove volete farlo andare, questo problema iniziale vi assicuro che si risolve con un po' di pratica.

Ho provato il mio Zibits su diverse superfici e trova molta difficoltà in quelle sconnesse o sulle mattonelle perché ha una ruota molto piccola e appena trova un minimo ostacolo o una scanalatura non va più.

Il robot è alimentato con una batteria a pasticca AG13 o LR54 compresa nella confezione mentre per il telecomando ci vogliono due mini stilo quindi AAA  non comprese nella confezione.

Per gli appassionati ci sono anche dei set di gioco.

Io lo trovo un giocattolo particolarmente bello adatto sia per i bambini si per adulti appassionati di fantascienza e robot.

Se anche voi avete degli Zibits raccontatemelo nei commenti :)

martedì 8 marzo 2016

Castelli segreti/ - Giochi preziosi - anni '90

Ciao!
Oggi parlerò dei Castelli segreti della Giochi preziosi, spero che mi perdonerete se anche su questo giocattolo non sono molto ferrata ma scrivo questo post per ridestare i ricordi e per vedere se ho qualche lettore super esperto di questo argomento che mi può delucidare.

Questo giocattolo mi è arrivato in regalo e io da super fan di polly pocket l'ho super snobbato, credendo che fosse una mera copia, ora ho capito che era un mio problema perchè a quanto pare ci facevano anche la pubblicità. Se, infatti, volete sentirne uno stralcio di melodia potete vedere la video recensione cliccando qui, in cui c'è Po che ci allieta con la sua voce soave!



I castelli segreti sono una linea di giocattoli costituiti appunto da castelli in miniatura che potevano essere più o meno vasti; io posseggo un mini castello quindi l'esemplare più piccolo, esistono anche le mini carrozze.

Ogni castello aveva una specifica tematizzazione, aguzzando la vista nelle foto che ho trovato in rete ho potuto constatare che esistevano 6 esemplari diversi: io posseggo quello sottomarino.




Nella confezione oltre al castello ci sono due personaggi una principessa, nel mio caso una sirena con corona e coda color tiffany ed una montagna di capelli blu e il suo fidato amico, un cavalluccio marino grande come lei. I pupazzetti strizzano l'occhio a Polly Pocket ma non hanno il suo fascino e la sua ricercatezza in quanto sono rigidi, non si piegano e non hanno nessuna base dove poter essere incastrati nei mondi, almeno nel mio è così.

Il castello è carino ma un po' inutile, cioè è pieno di segreti ma un po' inadatto per giocarci infatti è una struttura unica in plastica con una corda per appenderlo al collo, anche io, da piccola evitavo di appenderlo perché è grande e pesante, non è stata una trovata geniale.

Un'altra trovata discutibile è quella di trovare, quando aprite le porte aprire le porte, non un ambiente famigliare con cui far interagire i pupazzetti per creare una storia ma un vuoto e la fantomatica scritta: "your photo here". Perché mettere una foto dentro un castello: mica devi ricordare un caro defunto o partito per la guerra, poi le dimensioni sono così esigue che risultava arduo, almeno negli anni novanta, trovare un' immagine di quelle dimensioni.


Il castello però ha un altro segreto non per niente si tratta dei castelli segreti, guardando in un oblò sul fondo si scopre che la pietra che lo sormonta è un caleidoscopio, non vi immaginate niente di professionale ma si creano comunque simpatici giochi di immagini e un bambino può divertirsi molto



Anche in questo caso chiedo una vostra collaborazione se avete, o avete avuto questi castelli vorrei sapere se tutti hanno il caleidoscopio o hanno altri segreti e le carrozze che segreti hanno? Se avete dei ricordi sui castelli segreti sarei lieta se li condivideste con me :)

Grazie a questo post ho trovato un' altra appassionata di giochi anni '90 come me che mi ha fornito alcune informazioni che vi scrivo qui di seguito.
Della linea dei castelli segreti oltre ai mini castelli di cui vi ho parlato, tutti dotati di caleidoscopio e di vano portafoto e le carrozze che sono per me ancora un segreto, c'erano i maxi castelli.
Questi ultimi per aprirli avevano bisogno di una chiave che non sempre assolveva alla sua funzione, ma una volta dischiuse le porte del castello questo si apriva "a libro" si potevano trovare, al suo interno, passaggi segreti e altri ingegnosi stratagemmi per giocare con le bamboline comprese con il gioco.

Il castello che possedeva la ragazza che mi ha contattata era sui toni del rosa e viola e aveva una principessa bionda con il vestito rosa, sulla cime delle torri  c'erano tante bandierine rigide e il tetto era reso ruvido da un rivestimento glitterato. La chiave, con cui poteva essere aperto e chiuso il castello, aveva un nastrino e poteva essere appesa al collo per essere portata sempre con se e celare agli altri i segreti nascosti nel castello, appunto.
Spero che con questa descrizione si ridestino i vostri ricordi di infanzia e torniate anche solo per un attimo ai vostri giochi felici di tanti o di qualche anno fa...;)

Un po' di storia

I castelli segreti  originariamente si chiamavano starcastle (se hanno davvero tante cose nascoste dentro molto meglio chiamarli castelli segreti) il cui motto era:"Benvenuti nel regno degli starcastle dove ogni tuo sogno potrà diventare realtà! "Rilascia la magia e diventa la principessa che hai sempre voluto essere!"(spero di aver tradotto bene). Sono stati prodotti da trendmasters dal 1995. Nel 2001 vennero lanciati gli starcastle con le bambole stardancer che sono meglio conosciute come bambole skydancer . Nel 2002 questi castelli vennero ripresi dalla Disney e con gli stessi moduli vennero riadattati per le principesse (cenerentola, la bella e la bestia e mi sfugge la terza).
Se volete leggere con i vostri occhi queste informazioni vi lascio qui il sito da dove ho ricavato le info:http://www.ghostofthedoll.co.uk/starcastle.php

Darlin'dinos - gig/meritus - 1992/93

Ciao!
Oggi recensione super breve !
Vi parlo, anzi vi ricordo solo l'esistenza dei darlin'dinos, io ne posseggo solo uno, ma che dico, solo mezzo, in quanto si tratta di un minuscolo anello che ho conservato come una reliquia da quando me lo hanno regalato, in una festa natalizia di oramai quasi 28 anni fa, si avevo forse due anni e potevo benissimo ingoiarlo!!

Ci sono però dei veri collezionisti di questi giochi quindi se volete vedere delle foto potete visitare:blog con foto darling dinos, in cui vedrete quanto è perversa la mente umana che idea dinosauri con punte da ballerina o dinosauri con il rossetto vestiti da vecchie signore.

I darlin'dinos sono stati inventati della Meritus e in Italia sono stati distribuiti dalla Gig, sono dei dinosauri simili ai miei mini pony, scusate se li continuo a chiamare così ma non riesco proprio a chiamare my little pony sono vecchia!!! Si tratta di pupazzi di plastica dai colori bizzari a forma di dinosauri con dei capelli di colori assurdi da pettinare.
I modelli erano tre: bronte, t-rexann e tri-sara, spero di averli scritti bene e come immaginerete si rifanno ai nominativi con cui sono appellati i dinosauri più conosciuti.

Se volete vedere la video recensione di questo gioco potete cliccare qui.



Il mio esemplare è questo:




Come vedere si tratta di un anellino di plastica giallo con dei particolari dipinti e un ciuffo sbarazzino di capelli viola.
Non vi so dire a quale categoria faccia parte forse si tratta di un t-rexann ma non ci potrei mettere la mano sul fuoco. L'anello ha un apertura dietro e nonostante questo non mi entra più è davvero molto piccolo.
Una cosa che mi ha sempre incuriosita sono i punti della Gig, che potete vedere in foto, li ho visti anche su altri giocattoli qualcuno di voi sa cosa ci si poteva prendere?

Se tu che mi stai leggendo sei un collezionista dei darlin'dinos o ce li hai avuti da piccola/o fammi sapere cosa ne pensi, se ti piacevano e che modello avevi :)

venerdì 4 marzo 2016

Trudi true emotions -2014

Ciao!
Oggi vi parlerò di un giocattolo abbastanza nuovo ma che dico, nuovissimo per i miei standard, si tratta di un peluche della trudi uscito nel 2014.

In particolare parlo dei dei trudi true emotions, io li ho trovati in un negozio cinese come molti prodotti della sevi, ma non è che anche trudi è stata comprata dai cinesi???!!
Vi consiglio, se siete fan, come me, dei giochi non proprio nuovissimi o dei fondi di magazzino, di curiosare anche nel reparto giocattoli dei cinesi perché io c'ho trovato moltissimi giochi dimenticati in quanto loro ricomprano appunto fondi di magazzino di negozi di giocattoli che hanno chiuso, a testimonianza di ciò, almeno nella mia zona, hanno le buste marchiate con il logo dell'esercizio andato fallito.
Un'altra cosa che ho notato è che i prezzi sono abbordabili, non bassissimi ma vi devono andar bene perché anche dopo anni non li abbassano, quindi non vale la tecnica mercatino dell' usato che l'attesa paga, se vi piace qualcosa compratela subito.

Torniamo ai trudi, se volete vedere la video recensione potete cliccare qui.


Io non li avevo visti in nessun negozio di giocattoli né su internet prima di imbattermi in loro in un negozio cinese, eppure sono proprio una bella idea.
Anche  navigando in rete ne ho trovate pochissime evidenze su di essi, chissà perchè.

Si tratta di classici peluche altri 15 cm della morbidezza tipica della trudi, realizzati con la stoffa orsetto a forma di vari animal: leone, tipo, maiale, coniglio orsetto e scimmia.






Il blog mi ruota sempre le foto e non capisco perché comunque: la loro caratteristica è quella che non hanno la faccia, cioè li acquistate con una faccia di cartone che è un etichetta e nello stand dove sono esposti dovreste trovare anche le varie facce di ricambio. Si tratta di doppie facce e ne hanno prodotte sei:
  • sorridente e triste;
  • sorpreso e annoiato;
  • felice ed arrabbiato;
  • smorfia e offesa;
  • innamorato e disperato;
  • occhiolino e occhio nero.



Sinceramente si potevano sprecare un po' di più sull'ideazione di espressioni originali e non mi piacciono tanto nemmeno gli artwork e la stoffa con cui sono realizzate, ma di questo ne parlerò dopo.

Forse ho anche capito perché non hanno avuto tanto successo in quanto una volta terminate le facce i peluche sono inutili, chi si comprerebbe mai un peluche senza faccia...e i visi di ricambio finiscono abbastanza velocemente perché ogni utente non ne compra uno solo di solito ne compra diversi o come me tutti ahhaha. Infatti al cinese dove ho comprato questi peluche sono rimasti solo i peluche e sono terminate le facce.

Le facce dal canto loro anche se sono super marcate trudi sono di una qualità così così perché sono stampate su una stoffa un po' ruvida che si impiglia alle unghie  e la stampa sembra che sta per cancellarsi da un momento all'altro tanto è chiara.
Come ho detto le espressioni sono delle doppie quindi solo rigirandole si può far cambiare espressione al proprio peluche. Esse si reggono grazie ad un bordino intorno al viso del peluche che serve per impedire ai dischi di stoffa di cadere. Nonostante l'alta qualità dei peluche alcuni di essi, tipo il mio coniglio, hanno dei difetti, cioè questo bordino è largo che non permette alla faccia di aderire e anche se pare brutto, ogni tanto può succedere che al pupazzo cada la faccia, allora basta restringere un po' il bordo con dei piccoli punti, ma se doveste acquistarne uno fate caso a questo particolare.

Un' altro difetto che trovo è che non è proprio facilissimo mettere il viso dritto, evitare che l'etichetta ne copra una parte ed eliminare le pieghe, per questo motivo una volta sistemata un espressione non la tolgo per un po'. Una volta che si decide di rimuovere il viso però si troverà concavo e se si vuole metterlo dall'altro lato calibrare: le pieghe, l'etichetta e la posizione sarà ancora più difficile.

Credo che comunque questi peluche rimangono una buona idea ma la realizzazione poteva essere fatta meglio; il concetto invece è proprio vecchio in quanto si rifanno a quei pupazzi che hanno il costume di un altro animale tipo winnie the pooh vestito da farfalla o da coccinella o hello kitty vestita da winnie the pooh, menomale che questa moda è andata scemando perché si creava davvero tanta confusione.