sabato 21 marzo 2020

Slatinmente -Hasbro-MB-Parker

Ciao!
Oggi vi parlo di un classico si tratta di Saltinmente distribuito dalla Parker, Mb e Hasbro.
E' adatto da 2 giocatori in su, originariamente era da 2 a 6, ma ci potete giocare anche in squadre; la confezione lo consiglia da 12 anni in su.

Se ne volete vedere la video recensione la trovate qui.



Io l'ho così idealizzato che quando ci ho giocato sono rimasta delusa, chissà che mi credevo invece è un semplice fiori frutta e città un po' più di lusso.
Questa recensione sarà un suicidio visto che nella mia scatola che ho acquistato non c'erano e istruzioni quindi vado a braccio, ho letto qualcosa in rete spero che sia tutto esatto.

Contenuto della confezione

Nella scatola troverete moltissime cose la maggior parte delle quali serve a far lievitare il prezzo del gioco perché se ne potrebbe fare a meno:
  • 4 o 6 cartelline dove mettere i blocchetti e le liste per evitare che gli altri sbircino;
  • un cronometro elettronico o una clessidra;
  • dei blocchetti e delle matite;
  • un pezzo di cartone, questo per me è proprio inutile;
  • un dado con 26 facce perché contiene non solo le lettere dell'alfabeto italiane ma anche quelle straniere che devo dire sono del tutto inutili in quanto se escono sicuro le rilancerete.




Preparativi

Prima d'iniziare scegliete su quale lista giocare, nel mio gioco ce ne sono 12 di 4 colori differenti, per i diversi concorrenti o le squadre. Da come ho potuto leggere in altre versioni ce ne sono 6 copie e le categorie possono anche essere 18. Dicevo si sceglie la lista costituita da 12 categorie più una speciale.

Ognuno pone la scheda e un foglietto o tutto il blocchetto, che ha 3 colonne (una per ogni manche), dentro la cartellina. Si fornisce anche una penna o una matita.


Come si gioca

La squadra o il giocatore di turno tirano il dado sull'apposito cartoncino altrimenti vi potrebbe sfondare il tavolo XD per decidere la lettera della manche. Ora non so se gli esemplari con la clessidra o il minutiere meccanico avevano lo stesso tempo per tutte le manche ma nel mio c'è un dispositivo elettronico che dietro ha una levetta che permette di selezionare tre tempi:
  • nella prima sfida selezionate le tre palline e avrete un tempo di 3 minuti;
  • nella seconda manche dovete selezionare le due palline, circa 2,5 minuti;
  • nella terza mettete la levetta su una sola pallina e avrete 2 minuti.




Dicevo, nella prima manche si tira il dado e tutti dovranno scrivere un nome per ogni categoria che inizia per la lettera uscita. Se qualcuno le finisce prima del tempo anche gli altri dovranno smettere di scrivere. Quindi si procede al conto del punteggio:

  • ogni parola considerata valida che non ha scritto nessun altro vale 2 punti
  • ogni parola considerata valida che ha scritto un altro giocatore vale 1 punto
  • se non si è scritto niente si segna 0.
Una regola speciale è che se scrivere una persona con il nome e il cognome con la lettera uscita, ad esempio Mia Martini il punteggio è raddoppiato, se nessuno l'ha scritto non sarà più 2 ma 4.

Se avete qualche altra regola per quanto riguarda il calcolo del punteggio siate gentili e indicatemela nei commenti:)

La seconda manche si svolge allo stesso modo della prima ma con meno tempo, quella che cambia è la terza. Infatti su ogni scheda c'è una categoria speciale, nell'ultimo turno ci si sfiderà proprio su questa cercando di scrivere più parole possibili che vi appartengono.

La forza di questo gioco sta nella fantasia dei giocatori in quanto le categorie sono varie e permettono di scrivere delle cose molto assurde, il limite sta nel fatto che se ci giocate spesso potrete già sapere cosa scrivere e non lo troverete poi così divertente.

Se anche voi avete Saltinmente e vi piace scrivete un commento. Fatemi sapere anche se usate qualche regola che non ho citato.

Alla prossima.

sabato 14 marzo 2020

Snorta deluxe - Mattel - 2009

Ciao,
oggi vi parlerò di Snorta deluxe un party game della Mattel non molto vecchio, infatti risale al 2009, è adatto da 8 anni in su per 4-8 giocatori.  
Dalla copertina vi potrà sembrare un gioco meramente da bambini infatti ci sono gli animali della fattoria e aprendo la scatola questa idea si rinforza infatti è pieno di stalle e pupazzetti, ma non è così.



In barba all'aspetto Snorta Deluxe è un gioco adatto anche agli adulti che si faranno grandi risate nel dover riprodurre i versi degli animali, ma partiamo dall'inizio con una logica. 
Esiste anche uno Snorta non deluxe questo ha solo le carte nella confezione infatti le stalle e gli animali, come vi descriverò a breve sono solo per fare scena, potevano benissimo essere sostituiti da carte. Sì, forse avrei preferito questa versione più "adulta" ma il mio radar caccia giochi mi ha fatto trovare questo, volete sapere come? Guardate la video-recensione in cui vi raccontiamo tutto.


Contenuto della confezione

Come vi ho accennato nella scatola molto colorata, ci sono dei divisori molto utili che contengono:
  • un mazzo di carte;
  • un sacchetto con 12 simpatici animali in plastica;
  • 8 stalle con silos;
  • istruzioni in differenti lingue molto comprensibili.





Preparativi

Prima di iniziare una partita considerate il numero dei giocatori che si sfideranno infatti:
  • da 7 a 8 giocatori usate tutte le carte degli animali;
  • da 5 a 6 toglietene una serie;
  • in 4 togliete due serie.

Consegnate una stalla a ciascuno, questa deve essere posizionata con la porta verso il giocatore in modo tale che gli altri non ne possano vedere il contenuto. Mischiate la carte e distribuitene una a testa formando davanti ad ogni concorrente un mazzetto coperto. Ognuno pesca dal sacchetto un animale e lo posiziona vicino alla stalla.
Vi consiglio di giocare intorno ad un tavolo tondo o quadrato in quanto per la buona riuscita del gioco è importante che riusciate a vedere le carte di ogni giocatore, infatti per me il gioco dà il meglio di sé con 5 o massimo 6 persone.

Come si gioca

Prima d'iniziare ognuno fa il verso del proprio animale e lo dispone nella stalla facendo sì che gli altri non possano vederlo. Poi, a turno, ognuno gira una carta davanti a sé creando un altro mazzetto vicino a quello coperto. E' importante che le carte si voltino verso l'esterno in modo che tutti le vedano allo stesso momento. Questo gioco infatti mi fa pensare un po' ad halli galli.






Quando su due mazzetti diversi appaiono due carte uguali il gioco si blocca. I due giocatori si sfidano a chi dice prima il nome dell'animale che sta nella stalla dell' altro. Bisogna avere una memoria allenata per ricordarsi chi ha chi. Il primo che fa il verso giusto darà in regalo le carte scoperte all'avversario che le userà per incrementare il suo mazzetto coperto.

Una carta interessante presente nel mazzo, io ce ne avrei messe almeno 3 e non una sola, è quella che permette di cambiare animale. Chi la ruota dovrà rimettere la propria bestia nel sacchetto e pescarne un'altra fare il verso e mettendola nella stalla, questo destabilizzerà non poco la memoria degli altri giocatori che potrebbero più facilmente commettere degli errori.


Si continua così fino a quando un giocatore finisce le carte, sarà lui il vincitore.

Impressioni

Dopo l'entusiasmo iniziale qualcosa è andato storto, la partita che abbiamo messo su in 8 dopo un ora ancora non finiva, questo potrebbe essere un difetto per un party game, dopo un po' ci si annoia e non si prova più interesse per il gioco. Il fatto di dover stare raccolti attorno a un tavolo ristretto è un problema che già vi ho segnalato e l'ultima cosa che voglio dirvi è un mio dubbio personale: ma per quale recondito motivo il gioco si chiama Snorta?

Grazie per aver letto questa recensione alla prossima :)

domenica 8 marzo 2020

Paperi scatenati il gioco di Go cart - storica trasmissione di rai 2 - 1996 - MB

Ciao!
Oggi vi parlo di Paperi scatenati il gioco da tavolo tratto dalla trasmissione Go Cart un programma che è stato trasmesso su Rai 2 in orario pre-serale (dalle 19 in poi) dal 1995 al 1997. Era un format dedicato ai bambini, descritto da molti com un contenitore di cartoni animati in cui tra un episodio e l'altro c'erano attori, presentatrici e disegnatori che creavano un filo conduttore per rendere tutto unitario e permettevano agli ascoltatori di telefonare e vincere dei premi.
I cartoni che erano trasmessi erano quelli Warner come il mignolo con il prof, gli Animaniacs e gli episodi classici di Tom & Jerry o anche Speedy Gonzales, Beep Beep e Willie il Coyote, ecc.

I bambini lo amarono tanto che dai suoi 20 minuti arrivò a 40 e poi venne trasmesso anche uno spon off chiamato Go Cart Mattina che, indovinate un po'? Veniva trasmesso la mattina.




Il successo fu tale che venne realizzato anche un gioco della MB adatto da 2 a 4 giocatori da 5 anni in su. Come tutti i giochi che derivano da trasmissioni televisive non aspettatevi granché sia come giocabilità che come materiali, ma è un bel ricordo da avere.

In realtà io credo che la base di gioco sia stata realizzata anche con altre tematizzazioni quindi se qualcuno di voi sa se c'è un gioco simile non dedicato a Go Cart ma che funziona allo stesso modo me lo faccia sapere un un commento :)!


Contenuto della confezione

Il leti motiv di tutto è il papero rosa con la cravatta verde che a me è sembrato sempre un po' bruttino ma era la mascotte di Go Cart (ah cart è scritto con la c perché si riferisce a cartoni è un po' come dire a tutti cartoni XD). Questo lo si può trovare sia ai lati del tabellone ma anche sulle pedine. I materiali che trovate nella scatola sono:

  • una plancia
  • 4 segnalini
  • le istruzioni
  • tanti cartoncini
  • dei segnapunti




Preparativi

I preparativi sono la cosa più scocciante infatti dovete mischiare tutte le carte e disporle come mostrato nell'immagine, che come sempre si è girata di sua spontanea volontà


Dove c'è scritto 3 ci andranno 3 carte, dove c'è scritto 2 due carte e dove c'è scritto 1 una sola carta. 
Poi ognuno sceglie  un papero e lo dispone sulla macchia di colore corrispondente alla tinta dei suoi accessori. Se si gioca in due i paperi devono essere posti in diagonale, quindi si possono scegliere o il giallo e il rosso o il rosso e il verde.



Come si gioca

Lo scopo del gioco è quello di arrivare con 10 mosse esatte su una casella con una macchia di colore diversa da quella di partenza. Ad ogni turno i giocatori si possono muovere di un solo spazio in orizzontale o in verticale. Appena arrivati su una casella si prelevano le carte coperte che si trovano su di essa e si guardano. Queste possono essere:
  • un papero felice che vale 1 punto
  • un papero triste che vale -1 punto
  • un papero jolly che vale 3 punti




Si segna il proprio punteggio su un foglietto o su un segnapunti e poi il giocatore ridispone le carte che hanno determinato il proprio punteggio su altre caselle del tabellone, massimo una carta per casella. 



Naturalmente metterà i paperi felici intorno a sé e quelli tristi lungo la strada che farà il suo avversario. Quando esce il papero jolly viene tolto dal gioco.


Si va avanti così fino a quando si finiscono le 10 mosse, se in queste non si riesce ad arrivare su una macchia di un altro colore bisognerà portare la propria pedina su una casella di destinazione con il minor numero possibile di mosse e contare, nel propri punteggio finale, tutti i paperi tristi che si troveranno nelle caselle che si sono percorse.

Naturalmente il vincitore sarà quello che ha conquistato più punti.


Variati

Data la semplicità del gioco il libretto delle istruzioni propone alcune varianti, molto basilari, se volete potete leggerle nelle foto altrimenti le potete ascoltare nella video recensione.




Per concludere Paperi Scatenati non è proprio un gioco da buttare. In primis non fate come me che per risparmiare due spicci ho acquistato la versione a cui mancavano due carte perché queste sono il cuore del gioco e anche se le rifate voi si vede la differenza. In secondo luogo non si tratta di un mero gioco di fortuna posizionando le proprie carte in maniera intelligente potrete influenzare l'esito della partita.

Spero che questa recensione vi sia piaciuta, alla prossima:D!

venerdì 31 gennaio 2020

Barbie: la reginetta del ballo - Mattel

Oggi sono orgogliosa di parlarvi del gioco da tavolo: Barbie e la reginetta del ballo. Se l'avete trovato anche nell'armadio di una vostra nipotina non vi sbagliate infatti questo gioco viene riproposto dagli anni '60 ad oggi e si trova ancora praticamente immodificato nei negozi.



Faccio una breve parentesi prima d'iniziare: grazie a questo gioco ho aperto questo blog. Infatti ho trovato la plancia dell'edizione del 1968, all'interno della scatola del gioco piccole donne e avendo amato il suo design tipico di quell'epoca ho deciso di ricostruirlo

Per informarmi sui componendi per giocarci ho visionato moltissime foto e letto altrettanti blog. Uno in particolare ha attratto la mia attenzione, era una pagina di una ragazza che raccontava quando giocava ci giocava da piccola insieme al fratellino e la mamma, per renderlo più appetibile ad un maschietto, aveva creato delle carte speciali con dei vestiti maschili e introdotto degli anelli davvero belli. Purtroppo non trovo più questa pagina per potervela linkare. Però mi è rimasta nel cuore e proprio da questa mi è venuta l'idea di aprire per raccontare e condividere i miei ricordi legati al meraviglioso mono dei giochi da tavolo.

Il gioco Barbie e la reginetta del ballo è adatto da 6 a 12 anni da 2 a 4 giocatori, il fine è  trovare un cavaliere, fare in modo che questo vi regali un anello, comprare un vestito, conquistare un distintivo di un club e arrivare per prime al ballo, solo così potrete essere incoronate reginette.


Potete vedere la video recensione qui.

Come ho ricreato il gioco


Nelle foto vedrete due giochi uno normale e l'altro palesemente fatto a mano, ci tenevo a mostrarvi la mia creatura infatti, come vi dicevo anche prima, ho deciso di ricostruirlo quando ho trovato la plancia all'interno di un altro gioco.



Non è stata una cosa facile, ho fatto la grafica delle carte e dei soldi a partire da foto sfocate trovate sulla rete, ho tentato di diventare cieca leggendo il regolamento sulle immagine dei venditori di ebay e ho realizzato con le mie mani i segnalini, non sono uguali all'originale, eh? XD


Ho anche saccheggiato il portagioie di mia mamma cercando dei ciondoli che potessero essere, anche solo lontanamente, simili ai distintivi dei club e ho deciso di costruirmi gli anellini con due cuori incrociati. Mi sono arresa solo davanti alle carte, infatti non sapendo cosa ci fosse scritto, ho deciso di acquistarle da un venditore ebay che vendeva i pezzi del gioco spaiati.
Alla fine ho messo insieme questo enorme Frankenstein e ci ho fatto anche differenti partite. Tempo dopo ho trovato un esemplare più moderno in un negozio dell'usato e non ho potuto fare a meno di acquistarlo.



Contenuto della confezione


Da qui le mie parole diventano ipotesi, avendo visto i materiali dell'originale degli anni 60 ho notato che gli esemplari successivi, credo che ce ne sia stato uno degli anni '70, che ha la copertina con la Barbie marinara che sta al centro del tabellone (come quello mio) e una versione successiva degli anni '80 che è quella che ho io, abbiano dei materiali simili e altri differenti, aggiungerò vicino a ognuno ciò che cambia:
  • 4 anellini che si perdevano alla velocità della luce visto che le bambine li indossavano anche fuori dal gioco. Erano argentati, i miei sono un po' scoloriti a causa dell'usura e avevano due cuori incrociati, infatti si tratta di anelli di fidanzamento (uguali in tutte le edizioni);
  • 4 distintivi dei club di colore dorato: una lampada di Aladino (letteratura), due maschere (teatro), una racchetta (sport), una chitarra (musica). Penso che questi si perdevano più velocemente degli anelli visto che sono dei semplici pezzi di plastica che non se ne escono anche dalle loro sedi presenti nella scatola (uguali in tutte le edizioni);
  • soldi, in vari importi da 1 (verdi), da 5 (gialli) e da 10 (rosa) (uguali in tutte le edizioni);
  • 4 carte debito dal retro marrone (uguali in tutte le edizioni);
  • carte sorpresa (uguali in tutte le edizioni);
  • 4 carte dei boyfriends questi variano non per i nomi ma per l'aspetto;
  • 4 carte dei vestiti variano sia per aspetto che per nomi;
  • 4 segnalini con il profilo di barbie (rosso, arancio, verde e blu) (sempre uguali);
  • un dado con i numeri da 1 a 4 (sempre uguale);
  • un tabellone varia nella grafica ma non nella struttura.
Le istruzioni sono in una parte rialzata della scatola così non le perderete.




Preparativi


Consegnate ad ogni giocatore 25 Barbie dollari, ognuno, poi, posizionerà il suo segnalino sulla casella di partenza "casa", verranno mischiate le carte sorpresa e poste affianco al tabellone con quelle debito, i boyfriends e i vestiti.



Come si gioca


Se guardate il tabellone vedrete che ha percorso principale che si trova sul bordo e delle rientranze verso il centro nelle quali si può accedere solo da specifiche caselle. 


Giocare è molto semplice, al proprio turno ogni giocatore lancia il dado, si muove del punteggio uscito e fa quello che c'è scritto sulla casella d'arrivo, queste possono essere:
  • caselle d'ingresso a un attività (quei percorsi che vi dicevo prima) se volete entrare ritirate il dado;
  • caselle sorpresa, pescate una carta dal mazzo e fate quello che vi dice;
  • normali caselle, leggete quello che c'è scritto ed eseguite.

Un'eccezione che vi impedisce di proseguire dritto ma vi costringe a girare è la casella scuola, arrivati qui virate a sinistra ed entrate. Potete evitarla solo se avete una carta sorpresa che ve lo consente.


Durante i vostri tiri avrete la possibilità di guadagnare soldi (a ogni giro ogni volta che ripassate da casa ritirate 5 Barbie dollari) e spendere soldi (se finite i vostri risparmi prendete una carta debito e 10 sodi dalla banca, li riconsegnerete quando avrete messo da parte un bel gruzzoletto).

Il vostro fine però è quello di conquistare un ragazzo, lo potrete fare solo nella parte dedicata del tabellone e acquistare un vestito, ci sono due punti in cui potrete investire su un bell'abito (in questi casi nessun altra giocatrice potrà avere il vostro stesso ragazzo e il vostro stesso abito).

Per andare al ballo dovrete anche conquistare un distintivo e farvi regalare un anello, cose che possono succedere tramite le carte o girando per il tabellone.




Quando avrete tutto potete girare nell'apposito corridoio del tabellone, chi raggiungerà per prima la casella centrale della plancia per primo sarà il vincitore.

Sì lo so è un gioco inutile ma a me piace, qualsiasi gioco che al suo interno abbia dei gioielli di plastica mi conquista non importa come si gioca (vedi piccola principessa). E poi diciamoci la verità chi è che non sogna di diventare la principessa del ballo!


L'unico appunto è che avrei fatto il gioco unisex, ci poteva benissimo stare anche il principe del ballo, dei vestiti da uomo e delle girlfriends, spero che le edizioni più moderne abbiano introdotto questa variante

Alla prossima ;)

venerdì 24 gennaio 2020

Love letter - uplay - 2013

Ciao!
Non avrei mai pensato d parlare di un gioco del genere si tratta di Love letter della Uplay uscito nel 2013. E' un gioco di carte adatto da 2 a 4 giocatori da 10 anni in su.

Dico così perché si tratta di un gioco molto amato da coloro che fanno recensioni serie di giochi a me non ha fatto impazzire nella recensione capirete il motivo.

Se volete vedere la video recensione ve la lascio qui.




Contenuto della confezione

La confezione è bellissima si tratta di un blister in plastica che contiene un sacchettino in velluto rosso davvero molto morbido con ricamata la scritta "love letter" in un font molto romantico. All'interno ci sono le noti dolenti però:
  • 16 carte personaggi
  • 4 carte promemoria
  • un libricino del regolamento
  • dei segnapunti a forma di cuore.

Ho fatto massimo 4 partite e le carte già mi si sono sbeccate. I cuoricini segnapunti sono tanto carini ma sono troppo piccoli, a mio parere se li tolgo dalla confezione si perdono immediatamente per questo non li faccio toccare a nessuno.

Preparativi

Prima di cominciare si mischiano le carte, se ne distribuisce una a testa e poi si toglie la prima dal mazzo.

Come si gioca

Al proprio turno ognuno pesca una carta e ne scarta un altra, semplice no?
Le carte scartate si mettono scoperte davanti a sé e occorre fare quello che dicono. Con il proseguire dei turni, essendo poche le carte e avendo un promemoria davanti, si potrà capire che personaggi hanno gli altri giocatori.
Il vincitore del round sarà quello con la carta più alta in mano o colui che rimane in gioco.
Il vero trionfatore della partita sarà: 
  • in 2 giocatori chi per primo conquista 7 segnalini a cuore
  • in 3 giocatori chi per primo conquista 5 segnalini a cuore
  • in 4 giocatori chi per primo conquista 4 segnalini a cuore.

Sì avete ragione l'ho molto semplificato la dinamica del gioco perché non vi ho narrato la trama che a mio parere è del tutto superflua. Dopo l'arresto della regina i suoi cortigiani si offrorno di corteggiarla per tirarle su l'animo. Riuscirà a consegnarle la lettera d'amore solo colui che sarà a lei più vicina (ergo avrà il numero maggiore rimasto in gioco).


Qui di seguito riporto la funzione di ogni carta così da farvi capire meglio:
  • 1 - guardia: scegli un giocatore e nomina un personaggio non una guardia, se quel giocatore possiede la carta nominata allora è eliminato dal round (ce ne sono 5);
  • 2 - prete: guarda la mano di un altro giocatore a tua scelta (ce ne sono 2);
  • 3 - barone: confronta segretamente con un altro giocatore a tua scelta le vostre mani: chi ha il valore minore è eliminato dal round (ce ne sono 2);
  • 4 - ancella: fino al tuo prossimo turno ignora gli effetti delle carte giocate dagli altri giocatori (ce ne sono 2);
  • 5 - principe: scegli un giocatore anche te stesso per fargli scartare la sua mano e pescare un'altra carta (ce ne sono 2);
  • 6 - re: scambia la tua mano con quella di un altro giocatore a tua scelta (ce n'è una sola);
  • 7 - contessa: se hai questa carta insieme al re o al principe nella tua mano devi scartarla (ce n'è una sola);
  • 8 - principessa: se scarti questa carta sei eliminato dal round (ce n'è una sola).
Una variante per due giocatori prevede che ad inizio manche si girino 3 carte scoperte sul piano di gioco.

Impressioni

Questo gioco non mi è piaciuto né giocato in due né in quattro. In poche persone è davvero troppo ovvio, in 4 ci sono così tanti giochi belli che non giocherei mai a questo. Trovo che alcune manche finiscono prima d'iniziare e penso che le carte siano troppo poche. La storia e le tematiche mi lasciano perplessa ma credo sia un limite mio visto che dalla maggior parte delle persone è stato apprezzato. Che dire, dovrò riprovarci a giocare con qualcuno che ci sa fare o limitarmi ad accarezzare il sacchettino così morbido...lo adoro <3

Grazie di aver letto questa recensione, alla prossima :)!