Licenza Creative Commons

lunedì 4 gennaio 2021

Similo - Ghenos games - un gioco che si può fare anche a distanza

 Ciao,

oggi vi parliamo di un gioco nuovissimo si tratta di Similo della Ghenos Games. Anche noi siamo stati conquistati dalle molte recensioni pubblicate in rete e abbiamo voluto dire la nostra. Nello specifico abbiamo approfittato del fatto di dover stare forzatamente a casa per provarlo e vedere se andava bene anche se veniva giocato da lontano e possiamo dire che ha passato il test.



Similo è un gioco di carte, sono disponibili diversi mazzi sul mercato, ognuno con una tematica differente. Noi abbiamo acquistato quello fiabe, in quanto abbiamo pensato di conoscere meglio questi personaggi ma ci sono anche quelli miti e storia (ho visto su Amazon che si possono trovare anche quelli dedicati agli animali e agli animali selvaggi, sono in francese ma il gioco è indipendente dalla lingua). Se ne avete due li potete usare entrambi, infatti uno servirà per dare indizi e l'altro per indovinare il personaggio.

Se volete vedere il video che abbiamo realizzato a riguardo vi lasciamo qui il link.

Come si gioca

Giocare a Similo è molto semplice, lo si può fare da 7 anni in su e minimo si deve essere in 2.

Nella scatola ci sono solo carte, sia quelle con cui si gioca che altre che vi spiegheranno il regolamento (siccome nelle varie partite si mescolano io avrei messo dei numeri per ritrovare velocemente la loro sequenza). I disegni sono molto belli e lateralmente, ognuna, oltre al nome del personaggio, presenta anche la denominazione della storia e l'anno di pubblicazione (parlo della versione fiabe, non so le altre). Le mie carte già si sono rovinate perché le ho trattate molto male quindi consiglio di usare delle bustine se tenete particolarmente ai giochi.

Similo è un gioco collaborativo cioè bisogna aiutarsi a vicenda per ottenere un risultato che, in questo caso, è quello di indovinare un personaggio.

Si sceglie, quindi, colui che dovrà dare gli indizi, egli mischia le carte e ne sceglie una che è la carta da indovinare; a questa dovranno essere aggiunte altre 11 carte. Mischiare quindi le 12 carte e sistemarle sul tavolo in 3 file da 4 carte.

Colui che deve far indovinare, in seguito, pesca 5 carte da quelle rimaste queste serviranno per dare agli altri giocatori degli indizi.

Queste carte potranno essere poste:

  • in orizzontale vuol dire che il personaggio della carta non avrà a che fare con quello da indovinare;
  • in verticale vuol dire che il personaggio della carta avrà qualcosa in comune con quello da indovinare.



La scelta dei personaggi e la loro posizione dipende dalla sensibilità del giocatore. Ad esempio si potrebbe mettere:
  • il gatto con gli stivali in verticale se si deve far indovinare lo stregatto in quanto si tratta del medesimo animale. 
  • Cappuccetto rosso in verticale se si deve indovinare dorothy perché sono due bambine. 
  • Mangiafuoco in verticale se si tratta di indovinare pinocchio perché fanno parte della stessa fiaba.
  • La strega del mare in orizzontale se si deve far indovinare alice nel paese delle mrvaiglie in quanto non è un personaggio cattivo.
Al primo turno coloro che devono indovinare dovranno scartare una carta, al secondo due carte, al terzo tre carte, al quarto quattro carte e al quinto occorre scegliere tra le due carte rimaste.
Ad ogni turno colui che deve far indovinare deve dare un indizio e riprendere una carta, così da averne in mano 5.

Si vince quando si riesce ad indovinare il personaggio misterioso.

Impressioni

Le prime partite che ho fatto con il gioco non mi sono piaciute affatto in quanto sono riuscita a indovinare troppo facilmente i personaggi. Bastava mettere in verticale un elemento della medesima storia e si indovinava. Con il tempo, però, forse perché si sono mescolate meglio le carte è stato possibile far diventare le partite più difficoltose e ho trovato Similo più interessante.

Si tratta sicuramente di un gioco che si può fare in viaggio, ottimo per due persone

È un gioco piacevole che, però, penso, dato il numero esiguo di carte, può avere una vita non lunghissima, questa si amplia utilizzando due mazzi. Questa alternativa mi alletta molto soprattutto perché risulterà essere più arduo dare e recepire indizi, visto che si parla di personaggi di differenti ambiti.

Avete giocato a Similo? Vi è piaciuto? Se volte condividere con noi una vostra opinione lasciateci un commento:)

sabato 19 dicembre 2020

Giochi "discard and write" di Natale con le carte regionali

Ciao, 

quest'anno per Natale non avevamo molte idee perché negli anni passati vi abbiamo proposto moltissimi contenuti (qui la playlist dedicata a questo periodo dell'anno). 

Quindi siccome amiamo essere originali per il Natale 2020 vi proponiamo un gioco "discard and write", ma che vuol dire sta cosa? Ho pensato di prendere i giochi roll and write, quelli in cui si tirano i dadi e si scrive su una plancia di gioco, e di sostituire il dado con le carte. Ho scelto le carte regionali. 

Queste ultime possono essere anche un bellissimo regalo per le feste, in un piccolo mazzo ci sono una miriade di giochi. Se ne conoscete solo 2 o 3 non preoccupatevi abbiamo fatto vari video a riguardo in cui mostriamo solitari ma anche giochi veri e propri

Se non avete queste carte vi lasciamo qualche link affiliato Amazon dove potete comprarle, a voi non cambia niente mentre noi riceviamo una piccola percentuale per comprare altri giochi.

Per tutti i giochi discard and write che vi proponiamo avrete bisogno delle plance da disegnare o da scaricare gratuitamente a questi link:

Li ho pensati per due persone ma ciò non toglie che li possiate testare in più persone, modificarli oppure inventarne nuovi.

Se volete vedere il video dedicato lo lascio qui



Gioco discard and write: “il viaggio di Babbo Natale”

Per giocare avete bisogno di:

una copia del piano di gioco che si trova alla fine di questo regolamento. Nel caso non possiate stamparlo potete ricrearlo disegnando un quadrato 26x26 su un foglio a quadretti, trovarne il centro e intorno a quel punto tracciare un quadrato 8x8.

  • un mazzo di carte regionali (napoletane, trevigiane, trevisane, ecc.)

Il gioco è consigliato per 2 giocatori e ha la durata di circa 20 minuti.

Impersonate Babbo Natale e dovete consegnare i vostri regali a quante più case possibile.

Prima di iniziare dovete posizionare le case sulla plancia di gioco. Queste non possono essere poste all’interno del quadrato centrale e dovranno essere messe alla distanza di almeno 1 quadretto l’una dall’altra casa e anche dal bordo del piano di gioco.

Le case da sistemare sono 10:

·        cinque hanno le dimensioni 3x3 quadretti e hanno al centro un setto che le divide a metà in obliquo

·        cinque sono 2x2.

Dovete decidere anche il verso in cui vi farà andare ogni simbolo, potete modificarlo a ogni partita ma è importante che per tutti i giocatori sia lo stesso. Assegnate quindi: su, giù, destra e sinistra a ogni seme segnandoli negli appositi quadrati al lato del piano di gioco.

Mischiate le carte e consegnatene la stessa quantità a ogni giocatore che le terrà in un mazzetto coperto davanti a sé.

Il primo giocatore gira una carta dal suo mazzo e procederà muovendosi dal punto centrale secondo le indicazioni: il seme indicherà il verso e il valore della carta di quanto bisogna spostarsi.

Alcune regole per quanto riguarda gli spostamenti sono:

·        si può incrociare una traiettoria precedentemente tracciata ma due percorsi non si possono sovrapporre, se ciò dovesse accadere dovete fermarvi immediatamente in quel punto o non procedere per niente con la mossa.  

·        Se arrivate al bordo del piano di gioco proseguite dall’altro lato per il numero di caselle che vi sono rimaste.

·        Nel caso andiate a cozzare contro il setto che divide le case 3x3 dovete piegare la vostra traiettoria di 90 gradi.

I giocatori si alternano nelle mosse girando ad ogni turno una carta dal proprio mazzo. Qualora esca un asso questo si toglie dal gioco, ogni partecipante mischia le sue carte (sia quelle giocate che quelle che deve ancora giocare) e dà il mazzo all’avversario. Il gioco termina quando uno giocatore termina le proprie carte, non importa se l’altro ne ha altre residue non potrà giocarle. Quindi si procede al conteggio dei punti.

Ogni casa 3x3 in cui siete entrati o della quale avrete anche solo toccato il contorno varrà 2 punti, quelle 2x2 vi frutteranno, sia se vi siete entrati che se ne avete toccato il contorno, 1 punto.

Chi avrà fatto più punti sarà il vincitore.

Gioco discard and write: “Gli elfi di Babbo Natale”

Per giocare a questo gioco avete bisogno del template che si trova dopo questo regolamento e di un mazzo di 40 carte regionali. Il gioco è consigliato per 2 persone e ha la durata di circa 15 minuti.

Siete un elfo di Babbo Natale che deve riuscire a creare quanti più giocattoli possibile a partire dai semi delle carte.

Si distribuiscono tutte le carte ai giocatori in modo tale che ognuno abbia un mazzetto che dovrà essere tenuto coperto davanti a sé.

Ad ogni turno tutti i giocatori gireranno due carte davanti a sé, quello di turno, che per comodità potrebbe avere un segno di riconoscimento affianco a sé, deve scegliere una carta da tenere per se stesso e una da consegnare all’avversario. Entrambi segneranno sul foglio segna punti la carta assegnata. Ad esempio se vi esce un 5 di coppe farete una croce sulla casella 5 della fila delle coppe.

Il turno procederà alla stessa maniera fino a quando non saranno state assegnate tutte le carte. Alla fine il segnalino primo giocatore verrà passato e ognuno girerà due carte. SI procederà come pocanzi esposto.

Per assegnare le carte bisogna considerare che:

·        gli assi e i re valgono 2 punti;

·        qualsiasi altra casella segnata vale un solo punto a meno che non abbia a destra o a sinistra o da entrambi i lati un'altra casella annerita;

·        Si possono segnare le caselle solo prima di quella con il numero più basso o dopo di quella con il numero più alto, che sono state precedentemente marcate.


·        Qualora l’avversario assegni o dovete trattenere necessariamente una carta che non potete collocare si riempie una casella dell’apposita area in fondo al piano di gioco.

Quando finiscono le carte si provvede a contare il punteggio:

·        asso e re valgono 2 punti;

·        ogni casella che ha a destra o a sinistra o da entrambi i lati due caselle riempite vale 2 punti;

·        i primi 3 spazi della speciale fila in calce al gioco (quella in cui si devono segnare le carte che non si possono collocare) vale -2 punti, dalla quarta in poi valgono -1 punto.

Chi ha fatto il maggior numero di punti vince



Spero che questi giochi vi possano ispirare per crearne altri e divertirvi insieme alla vostra famiglia:)

Buone feste, alla prossima :)!

sabato 12 dicembre 2020

Scrabble e Scarabeo aconfronto: regole, differenze e giochi alternativi

Ciao,

oggi post un po' diverso dal solito vorrei parlarvi di due giochi a confronto si tratta di: Scrabble e Scarabeo. Anche io ho pensato, in passato, che si trattasse dello stesso gioco di società ma mi sembrava strano che, almeno in Italia, continuassero a essere venduti entrambi come prodotti differenti. Quindi oggi sveleremo l'annoso dibattito: ma Scrabble e Scarabeo sono lo stesso gioco?

Per scrivere questo articolo e girare il video ho reperito informazioni in alcuni libri e siti, queste sono state le principali fonti:

Nel caso vogliate vedere il video dedicato ve lo lascio qui.


Un po' di storia

Scrabble fu inventato nel 1930 da Butt, prima di essere prodotto in serie e commercializzato nel 1949 cambiò molti nomi, si chiamò: Lexico, IT, Criss-Cross e Words. Nel 1955 o 1963 (le date che ho trovato sono diverse) arrivò in Italia e editrice giochi decise non solo di tradurne il nome, chiamandolo Scarabeo, ma anche di cambiare alcune regole quindi in fin dei conti pubblicò un gioco differente.

Il pubblico amò molto sia Scrabble che Scarabeo quindi negli anni uscirono altri giochi basati sulle parole come Jago e Crucimaster. Noi li abbiamo entrambi, quindi se volete leggerne una recensione scrivetecelo in un commento

Come si gioca

Entrambi i giochi sono adatti da 2 a 4 giocatori da 10 anni in su. Ultimamente hanno pubblicato anche la versione junior di scarabeo, pensata per i bimbi più piccoli.

In linea di massima il meccanismo di gioco comune a entrambi prevede che:

  1. ogni partecipante peschi dal sacchetto il numero di lettere indicato nelle istruzioni;
  2. il primo giocatore crei una parola che deve essere necessariamente posta a coprire il tassello centrale della plancia;
  3. alla fine del turno si calcola il punteggio. Ogni lettera ha un numerino in basso che è il suo valore, questi si sommano e in più si calcolano eventuali bonus sul tabellone;
  4. si reintegra il quantitativo di lettere usate e si passa la mano.
Il giocatore successivo dovrà formare una parola usando almeno una lettera della parola precedentemente posata

Quindi può agire in vari modi:
  • aggiungendo una o più lettere e modificando il significato di una parola già posata.

  • Come in un cruciverba, componendo una nuova parola perpendicolarmente alla prima.

  • Usare lo sfioramento cioè affiancare due parole in modo tale che tutte le combinazioni di lettere abbiano senso. Le parole di due o tre lettere potrebbero essere targhe automobilistiche o abbreviazioni autorizzate dal gioco. Si conteranno tutte le nuove parole formate.

Quando le lettere nel sacchetto finiscono i giocatori continuano a usare quelle che hanno sul leggio. Chi le finisce per primo determinerà la fine del gioco. Ognuno conterà i punti delle lettere che non hanno potuto giocare e li sottrarrà al totale. Chi ha il totale maggiore sarà il vincitore.

Le differenze tra Scrabble e Scarabeo. 

In Scrabble:

  • ci sono 100 tessere
  • la plancia misura 15 x 15
  • si pescano 7 lettere all' inizio del gioco
  • non c'è la clessidra (almeno la mia versione ne è priva XD)
  • le caselle speciali sulla plancia valgono solo la prima volta che vengono coperte 
  • i bonus sul tabellone sono indicati con delle scritte
  • le tessere jolly non possono essere riprese dal tavolo
  • le tessere jolly non hanno alcun valore
  • ad ogni turno si possono sostituire una o più lettere mettendole nel sacchetto e passando il turno
  • utilizzando tutte le lettere sul leggio si otterranno 50 punti in più.

In Scarabeo:

  • ci sono 130 lettere
  • la plancia misura 17 x 17 ( ci sono delle rare edizioni con una plancia 15x15 si parla di Sciaram o Scrabble italiano pubblicato dalla Clementoni)
  • si inizia pescando 8 lettere
  • c'è una clessidra della durata di 4 minuti, il regolamento dice che il tempo rimasto va al giocatore successivo
  • i bonus sul tabellone sono indicati con delle sigle
  • le tessere jolly si chiamano scarabei volanti perché possono essere riprese tutte le volte che si vuole sostituendole con la lettera che impersonavano. Attenzione se rimangono in mano alla fine della partita valgono -30 punti
  • i bonus sul tabellone non verranno usati solo la prima volta che si coprono ma anche se si allunga o si modifica la parola che li ha presi in precedenza
  • il jolly assume il valore della lettera che sostituisce
  • si possono sostituire le lettere solo se si hanno in mano 8 vocali o 8 consonanti passando comunque la mano
  • utilizzare tutte 8 le lettere dà un bonus di 50 punti, impiegandone 7 si ottengono 30 punti e usandone 6 si avranno 10 punti bonus. Ogni punteggio aumenterà di 10 se non si usa lo scarabeo per la composizione delle parole.
  • se si compone la parola "scarabeo" si otterranno 10 punti.

Le differenze più rilevanti tra Scrabble e scarabeo, che fanno sì che i due giochi siano differenti, sono il fatto di poter o meno riprendere i jolly dal tabellone e la possibilità di contare i bonus solo per la prima parola che vi viene posata o anche per le successive. Avere a disposizione non solo i due jolly nel sacchetto ma un numero molto più alto perché questi possono essere prelevati dal tabellone (come succede in Scarabeo) è senza dubbio un aspetto decisivo, come quello di continuare ad accumulare punti continuando a considerare i bonus.

Modi alternativi per giocare a Scrabble e Scarabeo

Ho trovato nel regolamento di Scrabble alcuni giochi alternativi che si possono fare e ho pensato di condividerli perché mi sembravano interessanti.

Scrabble tematico

A inizio del match si fornisce un tema e tutte le parole che rientrano in questo argomento riceveranno 5 punti aggiuntivi.

Scrabble con doppio sacchetto

Si può facilitare il gioco separando le vocali e le consonanti, mettendole in due sacchetti differenti. I giocatori al loro turno, per rimpinguare le tessere usate, possono scegliere, di volta in volta, in quale pescare.

Anti Scrabble

Dopo un a partita a Scrabble potete giocare all'anti-Scrabble . Ogni giocatore toglie dal tabellone da 1 a 6 lettere da una stessa parola, dopo la mossa quelle rimaste devono essere valide e incrociare con le altre. Il gioco continua finché tutte le tessere sono state tolte o fino a quando ci sono mosse valide. I giocatori sommano il valore di tutte le tessere cha hanno tolto, quello che avrà più punti sarà il vincitore. (Ho ricopiato pari pari le istruzioni dal regolamento ma non mi sono tanto chiare come si fanno a mantenere gli incroci e le parole se si tolgono le tessere ? Se qualcuno conosce questa variante mi illumini XD)

Scrabble bingo

Ciascuno scrive due parole di 7 lettere. Uno dei giocatori estrae casualmente le lettere dal sacchetto, come se fossero dei numeri al bingo, e le scandisce ad alta voce. Ognuno dovrà cancellare quelle uscite  dalle parole, chi per primo non avrà più lettere avrà fatto scrabble bingo. Si cancella una lettera alla volta quindi se nelle parole scelte ci sono due A queste devono essere tolte una alla volta.

Regole del torneo

In un torneo ogni giocatore deve comporre la sua parola nel limite massimo di 2 minuti, in conteggio dei punti non è incluso nel tempo. I giocatori più esperti possono usare un orologio da scacchisti che ha a disposizione solo 25 minuti, in questo tempo si deve finire una partita.

Spero che abbiate trovato questo post interessante, se avete qualche altra curiosità su Scrabble e Scarabeo condividetela in un commento ;)

Alla prossima!

venerdì 11 dicembre 2020

Domino - gioco classico - altri giochi - solitari

Ciao,

oggi vorrei parlarvi del domino. Sono convinta che tutti voi conosciate questo gioco sia nella versione classica, con i numeri, che in qualche alta variante magari con dei disegni.

Nel caso in cui non sappiate di cosa sto parlando o momentaneamente non ne avete una versione sottomano vi lascio qui qualche link affiliato di Amazon (a voi non cambia niente mentre noi riceviamo una piccola percentuale per poter acquistare nuovi giochi da recensire):

Se volete vedere il video in cui vi mostro i vari giochi e solitari che si possono fare con il domino potete cliccare qui:

Un po' di storia

Il domino è nato in Cina moltissimi anni fa, inizialmente aveva una funzione divinatoria, solo in seguito venne usato come gioco. Come avrete potuto intuire le varie tessere derivano dalle differenti combinazioni che si possono avere tirando due dadi. La versione cinese non aveva la casella vuota e presentava 23 tessere:

  • 12  costituivano le combinazioni fatte con i tiri di due dadi ed erano chiamate militari
  • 11, dette civili, sono i doppi (1-1, 2-2, 3-3, ecc).

Inizialmente le tessere erano di osso, in seguito queste vennero montate su dei supporti di legno. Un buon domino deve avere uno spessore consistente delle tessere in modo tale che queste possano essere posate su un fianco senza cadere.

Quando il domino arrivò in Europa, nel 18° secolo, molti lo snobbarono per la facilità di gioco mentre la popolazione lo amò molto. Il domino più diffuso è il doppio 6 che presenta 28 tessere sulle quali ci sono tutte le combinazioni possibili che si possono fare con i numeri da 0 e 6. Ne esistono anche altri definiti doppio 7, doppio 8, doppio 9 e così via, a seconda del numero massimo di puntini sulle tessere.

Il nome domino ha differenti etimologie ma la più simpatica è quella che deriva dall'espressione dei chierici "dominus gratias" che preferivano quando vincevano una partita.




































Gioco classico

Nel gioco classico si può giocare da 2 a 4 partecipanti. Ognuno riceve 7 tessere se si gioca in 2, invece 5 se si compete in 3 o 4. Queste devono essere tenute davanti a sé e non mostrate cagli avversari.

Inizia il giocatore con il doppio più altro. I doppi possono essere messi in orizzontale o in verticale a seconda dei vostri gusti. 

Il giocatore di turno deve continuare la fila affiancando a una tessera posata un'altra tessera in modo da far coincidere i due numeri. Nel caso in cui non abbia niente da scendere deve pescare dalla riserva.

Di solito si fanno delle lunghe righe, si gira esclusivamente quando non c'è più posto sul piano di gioco.

La persona che finisce per prima le sue tessere vince.

Se si vuole giocare con i punti il vincitore dovrà segnare su un foglietto il suo punteggio costituito dalla somma di tutte le tessere che hanno in mano gli avversari. Nel caso in cui nessuno riesce a finire vincerà colui che ha in mano il punteggio più basso. Qualora si giochi a punti, in questo caso si sottrae questo punteggio alla somma delle tessere degli avversari.

Altri giochi

Muggins e varianti

Ci sono moltissime varianti di muggins detto anche cinque alto. Il libro che ho io le riporta tutte ma siccome non sono spiegate molto bene ve ne racconto una sola.

Questo gioco si può fare da 2 a 4 giocatori. Se si gioca in 2 ognuno riceve 7 tessere, se si gioca in 3 6 tessere e se si gioca in 4 5 tessere. Le restanti costituiscono la riserva. 

Inizia chi ha il doppio più alto e si procede come il gioco classico. L'unica variante è che ogni giocatore che scende un cinque farà un punto. Quindi bisogna avere a portata di mano un foglietto dove tener conto del punteggio.

Chi finisce le tessere non prende nessuna penalità mentre gli altri prenderanno una penalità a seconda di quanti punti avranno in mano:

  • fino a 2 punti si dovrà sottrarre al proprio punteggio 0 punti
  • fino a 7  si dovrà sottrarre al proprio punteggio un punto
  • fino a 12 si dovrà sottrarre al proprio punteggio due punti.
Vince chi per primo arriva adun tetto deciso prima d'iniziare la partita.

Il mattatore

Questo gioco è un po' più vario del precedente, si gioca da 2 a 4 giocatori, occorre dare 5 tessere a persona.

Inizia chi ha il doppio più alto. Questa volta non si dovranno giocare le tessere con lo stesso numero ma si dovrà cercare di fare 7. Quindi se una fila finisce con un 6 bisognerà affiancargli un 1, se la fila termina con un 2 bisognerà affiancargli un 5. 

File che terminano con lo zero sono bloccate. Quando non si ha niente da mettere si deve pescare dalla riserva. 

Per uscire da un impasse si può usare un mattatore, sono quei pezzi la cui somma fa 7: 5-2, 1-6, 3-4 e il doppio zero. Questi sono dei jolly e possono essere messi dovunque.

Il vincitore sarà colui che finisce per prima le tessere e guadagnerà i punti che si trovano in mano agli avversari. Il gioco finisce anche dopo un giro di passo in questo caso trionferà chi ha meno punti i mano che dovranno essere sottratti a quelli degli altri concorrenti e segnati su un foglietto.

Vince chi prima arriva a 101 punti. 

Concentrazione

Si può giocare in un numero di giocatori variabile, si mischiano le tessere e si dispongono coperte a formare 4 file da 7.

A turno ognuno scopre due tessere, se la loro somma fa 12 queste si rimuovono dal piano e il giocatore ha a disposizione un altro tiro, altrimenti si rimettono a posto. Si tratta di una sorta di memory un po' più complicato. Ogni combinazione indovinata fa guadagnare un punto. A fine partita chi ne ha di più vince.

Solitari

Sono dei giochi che si giocano in autonomia, molti si basano sulla fortuna ma in alcuni ci vuole anche un pizzico di astuzia.

Vestito a pallini

Mischiare le tessere e girarne 6. Eliminare quelle la cui somma è 12. Sostituire quelle che sono state tolte pescando dalla riserva. Il solitario riesce quando rimane sulla plancia solo il doppio 6.



Sultano

Disponete tutte le tessere coperte in un unica fila  poi ruotarle. Non dovete spostarle dalla posizione in cui si trovano. Rimuovete quelle che hanno vicini due numeri uguali. Man mano che togliete le tessere compattate quelle restanti. Il solitario ridà quando non vi rimarranno più tessere.



Simpatia

Mescolate le tessere e giratene 4, togliete ogni tessera che ha un puntino meno di un'altra. Se ad esempio c'è la tessera la cui somma dei puntini fa 5 e quella che la cui somma è 6 togliete la prima. Se ci sono più tessere affilate cominciate da quella più bassa. In seguito ponete altre 4 tessere, alcune necessariamente si sovrapporranno a quelle già disposte. Nel caso si dovesse liberare un posto potete scendere una tessera da una colonna.
Il solitario riesce quando rimanete con il doppio sei.





Bucaniere

Create 7 pile da 4 tessere coperte, girate solo la prima. Dovrete spostare le tessere in modo da formare delle file che abbiano da un lato lo stesso numero e alla base il proprio doppio. Ad esempio una pila potrebbe essere costituita dal doppio cinque, 4-5, 3-5, 0-5. Potete spostare una tessera sopra un altra solo se questa ha un numero uguale. Ricordatevi che ogni pila può contenere al massimo 5 tessere. Continuate così fino a quando non siete riusciti nell'impresa.





Castello

Affilate tutte le tessere una affianco all'altra. Iniziate dalla prima e contate da 0 a 12 ad alta voce. Quando un numero pronunciato corrisponde a quello presente sulla tessere rimuovetela. Una volta arrivati alla fine tornate indietro.


Baronetto

Disponete tre tessere una affianco all' altra, se due tessere laterali presentano lo stesso numero potete rimuovere quella centrale, altrimenti continuate ad aggiungere le tessere. Se avete tre tessere con lo stesso numero affilate potete toglierle tutte e tre.




Spero che questo post vi abbia fatto piacere, se conoscete qualche altro gioco con il domino condividetelo in un commento.

Alla prossima :)

lunedì 23 novembre 2020

Gioco da tavolo Sequence Parker/Ravensburger

 Ciao!

oggi vi parliamo del gioco Sequence della Parker, anche se abbiamo visto che adesso si può trovare  nei negozi edito della Ravensburger. Si tratta di un gioco adatto da 2 a 12 giocatori da 8 anni in su.

Non so perché ma a me ispira come gioco da fare sotto Natale forse perché si usano carte e fiches proprio come succede in Sinco.


Se ne volete vedere la video recensione ve la lascio qui.


SIETE ALLA RICERCA DEL REGOLAMENTO DI SEQUENCE? POTETE SCARICARLO AL SEGUENTE LINK CON UN PICCOLO CONTRIBUTO COSI' CI AIUTERETE AD ACQUISTARE NUOVI GIOCHI DA RECENSIRE SU QUESTO BLOG. GRAZIE :)

https://sellky.com/a/cAT (Una volta aperto il link vi uscirà una pubblicità, quando il timer arriva a 0 cliccate sul pulsante in alto a destra e il gioco è fatto!)

Qualora riscontriate dei problemi con il download potete contattare la mail alla quale avete fatto il pagamento, vi verrà inviato il regolamento per mail.

Contenuto della confezione

L'esemplare che abbiamo comprato noi era perfettamente integro anzi incellofanato, quindi questa volta vi possiamo dire con esattezza tutti i componenti del gioco:
  • un mazzo di carte costituito da due serie di carte francesi senza jolly
  • un tabellone
  • tre sacchetti di fiches: blu, verdi e rosse
  • un regolamento.

Preparativi

Il gioco non presenta lunghi preparativi, bisogna solo dividersi in squadre, se si gioca in più di tre giocatori (saremo più esaustivi in seguito), altrimenti ognuno concorrerà per conto suo e distribuire un numero di carte diverso:
  • se siete in 2 giocatori 7 carte a testa
  • se siete 3 giocatori 6 carte a testa
  • se siete 4 giocatori 6 carte a testa
  • se siete 5 giocatori NON POTETE GIOCARE A MENO CHE UNA SQUADRA ABBIA PIù GIOCATORI DELL' ALTRA
  • se siete 6 giocatori 5 carte a testa
  • se siete 7 giocatori NON POTETE GIOCARE A MENO CHE UNA SQUADRA ABBIA PIù GIOCATORI DELL' ALTRA
  • se siete 8 giocatori 4 carte a testa
  • se siete 9 giocatori 4 carte a testa
  • se siete 10 giocatori 3 carte a testa
  • se siete 11 giocatori NON POTETE GIOCARE A MENO CHE UNA SQUADRA ABBIA PIù GIOCATORI DELL' ALTRA
  • se siete 12 giocatori 3 carte a testa.

Come si gioca

Prima di giocare come vi ho detto dovete dividervi in squadre, i componenti di ogni squadra si siedono alternati intorno al tavolo. Potete decidere di dividervi in 2 o 3 squadre a seconda di quanti siete. Se siete 4 vi dividerete in 2 squadre da 2, se siete 6 potete fare 3 squadre da 2 oppure 2 da 3. Ricordatevi che non potete fare più di 3 squadre. Ogni squadra avrà delle fiche di un determinato colore. 



Al proprio turno i giocatori devono scoprire una carta tra quelle che hanno in mano e porre una fiche sulla corrispondente, presente sul tabellone (ce ne sono due esemplari di ognuna). Dopo occorre pescare una nuova carta dal mazzo. Non distraetevi dopo che avrete giocato perché se non riuscite a pescare prima che il giocatore che si trova dopo di voi ponga il gettone sulla plancia rimarrete senza una carta. Il fine del gioco è quello di fare due sequenze da 5 gettoni in orizzontale, verticale o diagonale


I componenti delle due squadre non potranno comunicare tra loro. Per arrivare a conquistare l'agognata sequenza si possono usare anche i 4 jolly agli angoli che costituiranno un gettono aggiuntivo.

Per riuscire ad arrivare alla vittoria potete sfruttare anche i jolly che sono i jack:
  • quelli che mostrano due occhi vi permettono di mettere una fiche dove volete
  • quelli che mostrano un occhio solo vi permettono di togliere una qualsiasi fiche.



Impressioni

Io trovo questo gioco molto carino ideale anche per chi non ama i giochi da tavolo ed è più avvezzo alle carte. Perfetto per grandi e piccoli, lo vorrei tanto giocare con i parenti a Natale speriamo di riuscirci :)

Conoscevate questo gioco? Vi piace? Scrivetemelo in un commento

Alla prossima :)