venerdì 31 maggio 2019

Atlantis - gioco da tavolo - Parker -1996

Il gioco di cui parleremo oggi è Atlantis, sottotitolato Scappa dall'isola che sta sprofondando, edito dalla Parker nel 1996, e adatto da 2 a 4 giocatori da 8 anni in su.



Siamo molto legati a questo gioco perché è stato il primo acquisto in un mercatino dell'usato.

Se volete vedere il gioco all'opera vi lasciamo qui il link del nostro video.

Contenuto della confezione

All'interno della scatola, sparsi, ci sono davvero tantissimi materiali, se qualcuno di voi ha Atlantis ci può far sapere se è il nostro che è sprovvisto di una sorta di divisorio per ordinare le cose o era previsto che gli abitanti, quando non sono disposti sulla plancia, si mischiassero felicemente con squali mostri marini e pezzi di terra?
In questo marasma potete trovare:
  • un foglietto con le istruzioni;
  • una plancia piegata in 4;
  • 4 tribù ognuna costituita da 12 villici di colore differente: rosso, arancione, giallo e blu, in quest' ultima nel nostro caso c'è anche una papera di un gioco dell' oca visto che mancava un personaggio abbiamo deciso di sostituirlo in modo egregio;

  • vari pezzi dell'isola: quelli grigi più sottili, quelli verdi un po' più alti e quelli beige altissimi, che creeranno la parte interna dell'isola. c'è anche una sorta di torrione che va posto al centro del tabellone e non viene mai tolto;
  • svariate imbarcazioni con vela;
  • un'orda di animali pronti a divorarvi come: squali, mostri marini, polipi giganti, delfini;
  • due dadi, uno con la raffigurazione delle varie bestie del mare e un altro con i numeri da 1 a 3, più la speciale faccia che indica "immersione", di cui parleremo dopo.


Preparazione

Prima di cominciare dovete avere un po' di pazienza e costruire, come un puzzle, l'isola affiancando vari esagoni. Il procedimento è molto intuitivo anche perché sul tabellone gli spazi dove sistemare i pezzi sono rifiniti con il colore corrispondente. Sistemate anche 4 navi come mostrato in foto.


Distribuite, quindi, una popolazione ad ogni giocatore e tenerte a portata di mano tutti gli altri animali, a questo punto potete cominciare.


Come si gioca

Il gioco è molto semplice lo imparerete subito, così potrete dedicarvi alle strategie per mettere in salvo le proprie pedine.

Prima fase

La prima fase è un po' barbosa: ognuno a turno deve posizionare tutti gli abitanti della propria tribù uno alla volta sull'isola. Potete metterli in qualunque settore sapendo che i primi ad andare a fondo sono quelli grigi ,seguiti da quelli verdi per finire con quelli beige. Su ogni casellina
a possono essere messi fino ad un massimo di 3 personaggi anche di colori differenti.

Seconda fase

La seconda fase prevede che ognuno, a turno, faccia 3 cose differenti:
  1. muovere per un massimo di 3 spazi i propri indigeni. Si può spostare uno o più segnalini. Quando un personaggio cade in mare  può spostarsi solo al turno successivo e può avanzare di massimo 1 casella. Un' alternativa per impiegare le vostre mosse è quella di spostare le barche, che prima devono essere raggiunte. Queste potranno ospitare massimo 3 indigeni e possono essere spostate solo dal giocatore che avrà una maggioranza di pedine del proprio colore, se due partecipanti al gioco ne hanno lo stesso numero, entrambi la potranno muovere.
  2. Eliminare un settore dell'isola a partire da quelli grigi. Una volta scelto il pezzo bisogna porre in mare tutte le pedine che si trovano in quella casella e guardare il retro del tassello. Vi indicherà quale animale, disgrazia o oggetto capiterà su quella casella e su tutti i suoi abitanti. 
  3. Tirare entrambi i dadi e spostare la bestia indicata su uno di essi del numero uscito sull'altro. Se non esce un numero ma il simbolo immersione potete mettere il suddetto animale su qualsiasi casella del tabellone.

Il vostro fine è quello di mettere in salvo quanti più indigeni, della vostra tribù, possibili facendoli andare negli esagoni rossi ai 4 angoli del tabellone.

La partita continua fino a quando l'ultimo abitante non viene messo in salvo, i giocatori che non hanno più personaggi potranno, però, togliere le sezioni dell'isola e tirare i dadi.


I vari oggetti/ animali che appariranno potete trovare dietro i tasselli dell' isola sono:
  • vortici, agevoleranno la calata a picco dell' isola di Atlantide infatti determinano la "sparizione" di tutto ciò che c'è nelle caselle subito intorno ad essa: altri pezzi dell'isola, abitanti, animali;
  • polipi giganti o piovre: distruggono tutte le navi che si trovano nella loro casella ma non mangiano gli uomini;
  • mostri marini: distruggono le navi e mangiano tutti gli uomini che si trovano nella loro casella;
  • squali divorano qualsiasi uomo che sta nella loro casella;
  • delfini, finalmente un animale buono, protegge un solo indigeno per volta, che si trova nella sua stessa casella, in questo modo non verrà sbranato da nessuno. Il delfino NON lo segue automaticamente l'indigeno quando questo si sposta;
  • barche, quando appaiono su una casella tutti gli indigeni che sono lì ci saliranno automaticamente, una volta che una barca porta in salvo 1 o più indigeni non si può più usare.

Impressioni


Noi troviamo Atlantis abbastanza divertente, ogni partita è differente e non dura troppo, l'unica pecca è che si può giocare solo in 4 e con l'abbondanza di giochi destinati a questo pubblico forse passa un po' in secondo piano, a volte. 

Conoscevate questo gioco c avete giocato? Fatecelo sapere nei commenti:)!

venerdì 17 maggio 2019

Labyrinth card - Ravensburger travel

Oggi vi parlerò di un altro gioco da viaggio, si tratta di Labirinth card travel della Ravensburger, uscito nel 2016. E' adatto da 2 a 6 giocatori da 7 anni in su.

Ho deciso di acquistarlo perché, come spesso accade, la Lidl li aveva messi ad un prezzo imbattibile, meno di 5 euro. Inoltre vedendo in rete qualche recensione, soprattutto quella dei giochi di Chiara, mi sono convinta a prenderlo.

Se lo volete vedere in azione vi lascio qui il video in cui lo mostriamo.



Contenuto della confezione e preparativi

Anche se la confezione è molto carina: c'è un piccolo incavo come se fosse un labirinto 3D, i materiali di questo gioco sono davvero esigui infatti constano solo di un mazzetto di carte nemmeno di grande qualità.


Per iniziare dovete consegnare 2 carte a testa e porne 4 scoperte al centro del tavolo. Il restante mazzetto tenetelo da un lato del piano di gioco.


Come si gioca

Al vostro turno, osservando le carte che avete in mano e quelle sul tavolo, dovete cercare di collegare due oggetti uguali creando una strada. Se ci riuscite potete prendere la seconda carta dove si trova l'oggetto. Potete collegare anche più di due oggetti uguali, in questo caso prenderete tutte le carte che avrete collegato, tranne quella che avete posato. A me ancora non è riuscita questa mossa combinata quindi ritengo che non sia tanto facile da fare.




Detto così potrebbe sembrare semplice ma non lo, sia perché è possibile che non abbiate in mano un oggetto che si trovi anche sul piano da gioco, sia perché dovete evitare che si verifichi una delle seguenti condizioni:
  • dividere in due o più parti parti il labirinto;

  • evitare che due tessere siano collegate solo per due angoli.


Potete prendere la seconda carta solo se le restanti tessere rimangono collegate per almeno un lato.

Una volta posata una tessera ne dovete pescara una dal mazzo.
Quando tutti hanno postato la loro ultima tessera il vincitore sarà colui che avrà catturato più carte.

Impressioni

Lo trovo un gioco valido, adatto anche per i grandi; la prima volta che ci ho giocato mi sono "spaventata" della sua difficoltà in quanto stavo cercando di mantenere collegate da un'unica strada tutte le tessere, invece non è così le strade possono anche finire nel nulla, basta che le carte siano collegate per almeno un lato.

Per quanto riguarda la sua valenza di gioco da viaggio non sono molto convinta infatti avete bisogno di un tavolo che stia fermo e che vi dia anche un bello spazio per giocare quindi è super sconsigliato in macchina o in nave, ma anche al mare dove sassi o sabbia potrebbero darvi dei problemi nel sistemare le tessere.

Spero che la mia recensione vi sia piaciuta, alla prossima :)

sabato 11 maggio 2019

La cucaracha travel - Ravensburger - 2016

Oggi vi parlo di un altro gioco travel della Ravensburger Si tratta del La cucaracha travel adatta da 2 a 4 giocatori da 5 a 99 anni.
L'anno scorso vi avevo recensito Scotlandyard travel).

Noi l'abbiamo acquistato a Lidl che, ogni tanto, mette dei giochi di "marca" a un prezzo conveniente. Oltre a questo c'era anche la cucaracha loop travel, siccome siamo curiosi di sapere com'è se qualcuno di voi l'ha provato ce ne parli nei commenti :)!

Come tutti i giochi viaggio, esiste sempre un parente grande da cui derivano, però la maggior parte delle volte sono molto dissimili da questi. Se volete sentire qualche nostra riflessione a riguardo e quali sono i nostri giochi da viaggio preferiti potete guardare questo video.



Non abbiamo mai giocato alla cucaracha grande per due motivi:
  1. non ci piacciono molto gli scarafaggi e quel  mico-robot che vibra e si sposta ci fa un po' schifo;
  2. l'abbiamo sempre ritenuto troppo da bambini.
Se ne avremmo l'occasione, in futuro, comunque lo proveremmo sicuramente. Ho fatto questa precisazione per dire che non possiamo fare un paragone tra i due giochi.

Se volete vederle la  cucaracha travel all'opera vi lasciamo qui il link del video.

Contenuto della confezione

La prima volta che aprite il gioco dovete staccare vari elementi in cartone duro dalle fustelle e montarli; le volte successive avrete già tutto pronto.
Nella scatola trovate:
  • un tabellone con delle posate mobili;
  • 4 gettoni della cucaracha con sfondi di diversi colori;
  • 4 linguette di cartone simili a degli abbassalingua del medico;
  • due dadi, uno arancione e uno bianco;
  • le istruzioni.


Preparativi

Se avete già montato il tabellone, alla prima partita i preparativi sono veloci, basta aprire la plancia, scegliere un cartoncino lungo, mi raccomando quello con la freccetta verde deve sempre essere preso da qualcuno, e consegnare un gettone con uno scarafaggio a testa. Quest'ultimo deve essere messo sulla barretta con i vari cibi per segnare il vostro avanzamento durante la partita. Inoltre, posizionate sulla tana, costituita da un disegno di un buco nero, il segnalino dello scarafaggio.




Come si gioca

Ci sono due modalità di gioco in entrambe ogni giocatore si alterna nel fare il cuoco e nel fare lo scarafaggio.

Prima modalità di gioco

Nella prima modalità di gioco il primo giocatore interpreta la cucharacha e ha a disposizione 2 tiri per raggiungere il primo alimento, sul suo abbassalingua. Deve tirare il dado arancione che ha varie facce:
  • quando esce il punto interrogativo con i due puntini  potete spostare il segnalino della cucaracha di massimo 2 spazi e, se volete, muovere qualsiasi posata di un quarto di giro, sia in senso orario che anti orario; sia prima, che durante, che dopo lo spostamento del segnalino l'importante è che la rotazione non sposti lo stesso.
  • Quando escono tre puntini e una posata potete spostare il segnalino di massimo 3 spazi e ruotare, se volete, solo la posata raffigurata.


Dopo il secondo tiro l'altro giocatore lancia il dado bianco:
  • se esce una faccia vuota il giocatore che ha fatto lo scarafaggio ha a disposizione un alto tiro
  • se esce la faccia del cuoco il suo turno termina e si scambiano le parti.
Il gioco continua in questa maniera fino a quando uno dei due non prende tutti i cibi che ci sono sulla sua carta e torna al punto di partenza.

Una regola assente sul foglietto delle istruzioni che mi sento di aggiungere è che: se lo scarafaggio si trova già sul cibo che l'avversario deve prendere, quando ci si scambia il turno, questi non può segnare il punto a mani basse ma deve raggiungere l'altro esemplare che si trova sulla plancia; infatti ci sono due immagini di ogni alimento sul tabellone del gioco.

Seconda modalità di gioco

La seconda modalità è molto simile alla prima ma si basa sulla velocità. Prima di cominciare si sceglie il giocatore che farà il cuoco e quello che farà lo scarafaggio, quest ultimo potrà continuare a tirare il dado finché l'avversario non riuscirà a far uscire 5 volte il simbolo del cuoco. Poi si passeranno i dadi agli altri giocatori, se si gioca in 3 o in 4, o ci si scambieranno i ruoli quando si gioca in due. La partita termina sempre quando uno riuscirà a prendere tutte le portate sulla sua carta e riuscirà a tornare alla tana.

Impressioni

Il gioco è molto semplice e e si impara subito, nello stesso tempo però può annoiare se non siete dei bambini quindi, menomale che è stata introdotta un'altra modalità per renderlo più longevo.

Trovo che non sia un passatempo propriamente da viaggio, in quanto in un mezzo di trasporto i vari pezzi si potrebbero perdere e la plancia non è abbastanza stabile da resistere agli scossoni, quindi vi consiglio di portarlo con voi nelle scampagnate o al mare e tirarlo fuori solo quando siete in loco.

Il tocco originale, che mi è piaciuto, è quello che entrambi i giocatori muovono lo stesso segnalino sulla plancia, questo immette un minino di strategia perché se ci si rende conto che non si riesce a prendere il cibo desiderato si può, in alternativa, sposare lontano dalla meta del giocatore successivo lo scarafaggio o girare posate che gli sbarrano la strada.

Spero che questa recensione vi sia piaciuta, alla prossima :)!

domenica 5 maggio 2019

Exploding Kittens - Asmodee - 2017

Oggi vi parliao di un gioco super nuovo, si tratta di Expoloding Kittens della Asmodee, è uscito nel 2017. Con il mazzo base, quello che abbiamo noi, si può giocare da 2 a 5 giocatori, da 7 anni in su.
Dato il grande successo che ha avuto questo gioco, sono uscite anche delle espansioni o delle varianti: 
Se vi interessa il gioco potete comprarlo su Amazon, nel caso decidiate di acquistarlo dai nostri link contribuirete alla crescita del blog, altrimenti lo trovate: nelle fiere del fumetto, nelle fumetterie, nei negozi specializzati, ecc. Noi l'abbiamo comprato con un piccolissimo sconto perché era usato. Abbiamo deciso di prendere questo perché è stato l'esemplare con cui abbiamo fatto la nostra prima partita in una ludoteca della nostra città che purtroppo ha chiuso, siamo troppo sentimentali XD.


Vi lasciamo qui il link del video se volete vedere il gioco all'opera.

Se non vi fidate delle nostre spiegazioni approssimative il sito ufficiale del gioco già fornisce un video molto esplicativo per imparare immediatamente a giocare senza leggere le noiose spiegazioni, vi lasciamo qui il link: https://explodingkittens.com/.

Abbiamo deciso di parlare di Exploding Kittens non perché vogliamo affiancarci ai blog meglio fatti e molto più competenti del nostro ma semplicemente per il fatto che tale gioco ci ha fatto molto ridere, soprattutto a Po, che si è letto accuratamente tutte le vignette presenti nelle carte, ed è particolarmente divertente e strategico quando si gioca in più di 2 persone.


Per introdurvi alle meccaniche vi dico solo che quando lo devo spiegare a nuovi giocatori lo descrivo sempre come una "patata bollente" con le carte. Come il classico gioco in cui ci si passa un vero tubero o un palloncino pieno d'acqua in Exploding Kittens dovete evitare che la bomba vi esploda tra le mani. Questa volta, però non è lasciato tutto al caso ma ci sono varie carte che vi possono aiutare a rimandare la vostra fine.

Preparativi

La confezione è di cartone e al suo interno ha un portacarte in plastica con due scomparti, se tenete le carte ordinate nel dopo ogni partita, iniziarne una nuova non sarà mai stressante in quanto non avrete bisogno di dividere sempre le carte. 
Vi consiglio di tenere separati i gatti bomba e i disinnesgatti da tutte le altre carte


Infatti, a ogni turno dovete mischiare le restanti carte e consegnarne 7 a testa. Poi consegnate a ognuno un disinesgatto, e mischiare i restanti nel mazzo, insieme a un numero di bombe uguali ai giocatori meno uno, non volete certamente far saltare in aria tutti! 
esempio: se giocate in 3 dovete mettere due bombe, serviranno, invece 4 bombe se giocate in 5. 
Ultima raccomandazione se giocate in 2 mettete nel mazzo solo 2 disinesgatti e non tutti quelli che vi restano.

Come si gioca

Ho visto più volte giocatori un po'intimoriti da queste carte piene di scritte ma, non preoccupatevi, dopo due o tre partite saprete certamente quello che dovete fare. Infatti le simpaticissime vignette servono solo per stuzzicare qualche risata ma il vero cuore delle carte sta nel simbolino in altro presente su tutte, guardando il colore suo colore e la sua foggia sicuramente non vi sbaglierete!

Al vostro turno avete la facoltà di giocare quante carte volete, per terminarlo dovete invece pescare una carta dal mazzo

Questa è la regola di base che può essere variata a piacere cioè non giocando alcuna carta e quindi pescando solo, giocando dei bonus che vi permettono di non dover per forza prendere una carta dal mazzo, così che non si rischierete di saltare in aria.

Le carte che vi serviranno per rimanere vivi in questo gioco sono:
  • carta favore con il simbolino nero, quando la giocate potete chiedere a un giocatore a scelta di donarvi una sua carta;
  • carta salto con il simbolino blu, vi permette di evitare di pescare una carta a fine turno;
  • carta preveggenza, con il simbolino fucsia, permette di vedere, solo a voi, le prossime 3 carte che ci sono nel mazzo di pesca, potete così capire se vi toccherà o meno una bomba;
  • carta mescola, con il simbolino beige, vi da la possibilità di mescolare il mazzo così da confondere le idee a chi sapeva dove si trovavano le bombe;
  • carte che devono essere necessariamente giocate a coppie per essere efficaci, basta mettere insieme due simboli uguali. Una volte che le avete entrabe dovete scartarle e potete pescare una carta a piacimento da qualsiasi giocatore;
  • carta no, con il simbolo rosso, vi serve per opporvi a qualsiasi richiesta o carta che gli altri giocatori scaglino contro di voi;
  • carta attacco, con il simbolino arancione, davvero molto potente, non vi fa pescare una carta dal mazzo ma costringe il giocatore che sta dopo di voi a giocare ben 2 turni;
  • disinnesgatto con il simbolino verde lime, tenetevela stretta perché vi fa rimanere in vita nel caso in cui peschiate una bomba. In questo caso la dovete scartare e avete la possibilità di mettere l'ordigno nella posizione che volete nel mazzo, anche come prima carta.
Il gioco procede fino a quando rimane un solo giocatore perché tutti gli altri sono esplosi con le bombe. Ricordatevi che, se un giocatore salta in aria, la bomba viene rimossa dal gioco.

Impressioni

Si tratta di un gioco delirante soprattutto per la grafica delle carte ma per il resto è un passatempo molto divertente, per nulla banale che richiede anche molta astuzia e strategia. L'unica cosa che mi sento di criticare è il numero limitato di giocatori, a cui si può ovviare aggiungendo un mazzo oppure acquistando il cofanetto party adatto fino a 10 giocatori.

Spero che questa recensione vi sia piaciuta, alla prossima! Condividete sempre le vostre impressioni nei commenti, se non vi rispondiamo o se vi rispondiamo con account strani, come una carrozzeria ad esempio non vi preoccupate siamo sempre noi solo che non riusciamo  a domare blogger, che non ci permette di commentare con le nostre mail e con i nostri profili, se c'è qualcuno che sa rispondere anche risolvere questo problema ce lo faccia sapere <3 grazie:)