sabato 28 ottobre 2017

Speciale Halloween - Il gioco di Dylan dog - 1994 - clementoni

Ciao!
Dall'anno scorso è iniziata la tradizione di dedicare un post ed un video ad un gioco dell'orrore per la festività di Halloween. Il precedente video/post l'ho scritto/registrato sul gioco squilibry, so che in commercio ci sono molteplici giochi, ai quali anelo anche io, con temi spaventosi, in particolare brivido ed atmosfear (che ho trovato anche ad un prezzo abbastanza buono ma non mi decido ad acquistarlo, sicuro qualcuno lo farà prima di me, perchè ho paura di sto tizio che mi parla da dentro la tv).
Comunque quest'anno vi parlerò del gioco di Dylan Dog, il gioco delle tre dimensioni dell'incubo, edito nel 1994 dalla Clementoni, credo che questo particolare lo renda già abbastanza spaventoso.
a questo link potete trovare la video recensione.



La confezione lo consiglia da 3 a 6 giocatori da 12 anni in su, a me non ha convinta pienamente, forse anche perché io ci ho giocato in 2 . E' almeno per un anno che questo gioco stazione nella mia soffitta anche e solo per prendere una aspetto più spaventoso, riempiendosi di polvere, infatti l'ho comprato che era praticamente nuovo, c'ho pensato io a renderlo vintage staccando il prezzo che i simpatici gestori dei mercatini applicano sempre dove non dovrebbero, rovinandoti tutto.

Contenuto della confezione


Nella scatola troverete:
  • un tabellone pieghevole bucato al centro;
  • vari pezzi di plastica per montare i vari strati del tabellone;
  • una ruota grande ( il secondo pezzo del tabellone);
  • una ruota piccola (lo strato superiore del tabellone);
  • 6 segnalini di cartone con i rispettivi piedi;
  • 4 sagome di cripte ed i rispettivi fermi in plastica; 
  • vari mazzi di carte:
              - quello con la scritta dylan dog, le carte sono tutte uguali sono una sorta di jolly
              -carte incubo dal retro rosso
              -carte che hanno sul retro un disegno intricato di scale che verranno messe nelle cripte
              -carte azione (6), indagatore (6), luogo (6) e paura (6)
  • un dado con i numeri dal 2 al 6 e la faccia di dylan dog che varrà un numero a vostro piacimento che va dal 2 al 6.








Preparativi


Per prima cosa dovete montare il tabellone, quando avete capito il meccanismo non è difficile da assemblare, invece sistemare le cripte ogni volta è proprio pesante, ma vi dico che ci potete giocare anche senza. Ricordatevi di mettere il trascinatore sulla ruota che si muove, questo che non è nient'altro che una sagoma di carta che vi aiuterà a girare la ruota. Sistematelo in corrispondenza di una minuscola freccetta arancione, come del resto anche il piano di gioco, dove è scritto via. Si è capito che il piano di gioco e la grafica che hanno scelto non mi piace? Se non si era capito ve lo dico ora: "non mi piace!" è confusionaria e non chiara, ci sono dei disegni e dei motivi che sono stati messi lì per forza, non danno l'idea delle tre dimensioni che il gioco vorrebbe dare ed i colori non sono appropriati.
Sistemate le carte con il retro disegnato con il labirinto di scale divise equamente per tutte le cripte, mischiate le carte incubo e mettetele lateralmente al tabellone insieme a quelle dylan dog. 




Distribuite ad ogni giocatore una carta indagatore, una azione, una luogo ed una paura. Leggendole nell'ordine sulla parte superiore delle carte apparirà una frase che rappresenta l'incubo da quale state fuggendo. 


Sono importanti invece le parole scritte sulla parte bassa delle carte, si tratta delle cose che dovrete raccogliere dalle cripte, infatti all'interno del mazzo con il retro disegnato con dei labirinti di scale ci sono delle carte gemelle con le stesse parole. I disegni che possono esserci o meno al centro delle carte sono delle ombre di cui si parlerà dopo.


Mettete il vostro segnalino su una qualsiasi casella bianca del cerchio fisso del gioco quello con il disegno in bianco e nero; ma perché ci sono solo 3 postazioni di partenza quando si può giocare in 6? inoltre i piedi delle pedine sono molto grandi, quasi come una casella, per questo motivo risulta  difficile porre due pedine sulla stessa casella. Su questo "livello" troverete una freccia bianca di cui non si fa menzione da nessuna parte, dopo varie partite abbiamo capito che serve per contare  i movimenti della ruota.

Come si gioca


Ma entriamo nello specifico il fine del gioco l'avete capito, è quello di raccogliere le carte corrispondenti a quelle che avete in mano ma come fare? Dovete passare dal livello della realtà che non è nient'altro che il primo disco immobile, al livello del incubo il disco semovibile ed infine al livello del mistero anche detto del paranormale dove potete andare nelle cripte e pescare le carte.

Il primo giro è diverso dagli altri: tirate il dado ed a seconda del numero uscito potete girare la ruota in senso orario o antiorario del numero di spazi indicato, se nel bordo inferiore della casella corrispondente alla vostra c'è scritto pesca una carta incubo dovete farlo e seguire le sui istruzioni riportate sulla stessa, altrimenti tocca al prossimo giocatore. Questo turno mi mette in crisi perché non so se anche proseguendo con il gioco bisogna seguire questa regola. Cioè se ci si trova nel livello della realtà e si gira la ruota e in corrispondenza della propria casella appare una casella pesca una carta, o altre cose che poi vedremo, queste caselle avranno influenza anche qui? Sulle istruzioni non è detto.

Dopo il primo turno potete muovervi finalmente ed addentrarvi nei vari livelli, le mosse possono essere varie e comprendere spostamento dei segnalini sulle caselle e rotazione della ruota. Da quello che ho capito queste due cose devono essere fatte a blocchi, si ruota la ruota e poi si cammina o si cammina e poi si ruota la ruota. Non si può fare che si cammina, si ruota la ruota e poi si ricammina.
Girando il livello dell' incubo vedrete che, a volte, nelle caselle con la faccia di dylan dog con un foro appare un immagine, se capitate su queste caselle proprio in questo caso dovete pescare una carta di dylan dog di cui poi spiegherò l'utilizzo.


Se capitate su una casella con scritto scambio obbligato quando si trova in corrispondenza della stessa scritta sul tabellone (sempre arancione su arancione quindi poco chiara) dovete appunto scambiare per forza una delle vostre carte con un avversario.


Le carte che via via andrete a raccogliere dalle cripte le dovete porre scoperte davanti a voi così che tutti le potranno vedere e chiedervi di scambiarle con le loro, cosa che si può fare all'inizio di un turno. Se i possessori delle carte non vogliono (perché non avete carte che servono a loro) ci sono anche gli scambi obbligati che possono essere intimati dalle carte incubo o appunto ne caso detto prima.
Sulla ruota che gira ci sono anche due caselle tramite le quali potete entrare nel mondo del paranormale o incubo:
  • entra nella cripta con una freccia, si può sfruttare quando è allineata con il sentiero che porta ad una qualsiasi cripta. Ricordatevi che per entrare in una cripta non occorre un numero preciso fatto con il dado.
  • Quando la casella con scritto passaggio dimensionale dove è rappresentato dylan dog che viene risucchiato in un vortice è allineata con il doppio percorso costituito da caselle grigie che porta alle cripte.

Una volta preso il sentiero che va alle cripte potete tornare al livello della realtà solo una volta pescata una carta, infatti verrete teletrasportati subito su una casella bianca a vostro piacimento.

Ricordatevi che non potete calarvi nel incubo dalle caselle bianche ma solo da tutte le altre quindi dovrete spostarvi dalla vostra posizione di partenza. Nella via alle cripte potete incontrare però un altro tipo di caselle le caselle ombra, se ci capitate sopra sarete rispediti al livello della realtà ma se avete pescato dal mazzo delle carte dell'incubo una con il disegno esatto di un ombra presente sulle carte che avete in mano potete evitare questo ostacolo scartando la carta, però dovrete mostrare la carta che avete in mano a tutti facendo vedere anche l'oggetto che dovrete prendere. Potete anche sottrarvi ad un ombra utilizzando una carta dylan dog. Anche le carte ombra possono essere oggetto di scambio.
Inoltre all'interno delle cripte, potete anche imbattervi nelle carte horror, l'unica trovata carina del gioco. Le dovete sfidare lanciando il dado se vi esce un numero più altro a quello riportato su un loro angolo o la faccia di dylan dog sarete salvi, conquistate la carta e la potete giocare a vostra volta contro un qualsiasi avversario. Se non riuscite dovete rimettere, in una cripta, una carta che avrete conquistato e la carta horror verrà eliminata. Potete eliminare la carta sottraendovi all'incontro giocando una carta dylan dog.

Chi per primo troverà tutte le sue carte sarà il vincitore del gioco, a me il gioco non ha entusiasmato, forse ci gioco male, quindi per questo Halloween inviterò tutti i miei amici a giocare a questo gioco sperando di ricredermi!!! 

domenica 22 ottobre 2017

Biker mice -gig- anni'90/2006

Ciao!
Oggi vi palerò dei biker mice, i cartoni anni '90 ed in particolare di una figure enorme che ho trovato quest' estate nel mercatino dei bambini vicino alla mia città.

Se ne volete vedere il video di questo gioco lo trovate qui.

Il titolo completo del cartone è biker mice da marte, dal nome si capisce che si sta parlando di topi motociclisti che vengono da marte, un qualcosa di assurdo! Comunque pare che negli anni '90 le mutazioni andassero molto, basti vedere le tartarughe ninja o gli street shark dai quali si può notare anche che un' altra moda fossero i muscoli. Infatti tutti questi eroi infatti sfoggiavano un petto nudo con pettorali ed addominali super scolpiti; erano gli stessi anni degli eroi del wrestling, gli eroi dei bambini erano eroi super pompati che nell' armadio avevano solo pantaloni.

La prima edizione in italia arrivò nel 1998 e non mi ricordavo, in questo mi ha aiutato wikipedia che erano trasmessi da solletico so so solletico su rai 1, poi ci furono altre serie di cui l'ultima nel 2006 tramessa da italia 2.

Quindi i biker mice sono degli alieni, questo lo dimostrano le loro antenne e basta direi, pare che su marte erano di moda le moto che loro ritrovarono anche una volta sbarcati sulla terra in particolare scelsero Chicago come città per stanziarsi. In quanto dovettero scappare perchè su marte c'era una guerra. Il loro aiutante terrestre era una ragazza che faceva il meccanico, a me piaceva molto perchè  era un po' un maschiaccio e a me piacevano un sacco i cartoni da maschio e vedere che una donna poteva fare un lavoro così "maschile" era una cosa che mi affascinava. Di lei ho un pupazzetto piccolissimo di una moto le cui ruote girano, lo potete vedere in questa foto.


Non mi ricordo assolutamente da dove usciva ma vi assicuro che è di buona qualità, se qualcuno ha qualche info in più può scrivermela nei commenti o in un messaggio privato utilizzando il format a lato.

Ma torniamo ai biker mice anche sulla terra non sono in pace in quanto arrivano i plutarchiani che vogliono distruggere la terra e loro prontamente la proteggeranno.

I biker mice sono tre, in italiano:
  • sterzo: il capo (quello che ho io) di colore marrone a cui non si sono mai visti gli occhi perchè porta occhiali da sole con lenti verdi in tutte le serie;
  • turbo: il topo bianco che ha mezza faccia di metallo;
  • pistone: quello grigio con una benda da pirata ed un braccio bionico.

Naturalmente insieme ai cartoni sono usciti anche i giocattoli tutti distribuiti dalla gig, c'erano tutti i persongaggi in dimensione normale 15 cm, insieme alle ambientazioni che avevano anche qualche effetto speciale o pezzi mobili.



Io invece ho l'esemplare di sterzo alto ben 30 cm, è di una plastica dura, può muovere le braccia su e giù, si può girare il busto e muovere la coda che è davvero lunghissima, si possono muovere anche le antenne, per il resto è totalmente immobile. Si tratta di una figure molto grande e massiccia io non volevo acquistarla perchè non sapevo dove metterla, penso che i bambini che ce l'avevano prima l'hanno portato al mare perchè era pieno di sabbia e l'hanno usata per dare colpi ben assestati alle altre figure che avevano questo si può capire dalle varie ammaccature e scoloriture.

Sarebbe bello avere il trio dei motociclisti ma la vedo dura, in linea di massima questa figure è ben fatta anche se è poco articolata ma questo è dovuto alle sue dimensioni.

Come molti cartoni anche questo è stato riedito negli anni 2000 in particolare nel 2006 con lo stesso titolo e lo stesso autore. Naturalmente non ha avuto il successo della prima serie e i bambini non hanno amato molto le figure. Infatti io ne ho trovato una in super svendita a Maurys, non mi piace molto perchè, a differenza dell'altra, sterzo è magrissimo e, stentavo a riconoscerlo, anche per la tuta verde che indossa. Sulla scatola c'è la dicitura subteranean forse sarà un edizione speciale in cui fanno qualche missione sottoterra non lo so. Vi lacio di seguito le foto della fiure edita questa volta dalla giochi prezioni ma marchiata come la precedente B.T.F.




A differenza dell' altra è molto snodata ma poco rifinita, soprattutto sul viso dove non ha nessun particolare dipinto, a parte gli occhiali e le antenne. Inoltre ci sono dei difetti di verniciatura sparsi qua e là.
Ha moltissimi accessori che sono abbastanza curati, ma qualcuno è più utile di un altro. In mano porta una pistola, poi ha una torcia con un anello mobile, una sorta di fiamma ossidrica, uno zaino che gli calza molto bene con anche una fibbia ed infine tre cose inutili, una corda arrotolata, che sembra quasi una cesta per un serpente, un paio di occhiali che gli vanno ma mi sembrano inutili se poti sopra altri occhiali ed un casco che ha due buchi per le antenne ma non riescono ad uscire.

In questa nuova serie i topi da marte tornano sulla terra par aiutare un loro amico chiamato carbonio a montare un rigeneratore, ma ci sono i gattoniani comandati da un miliardario Ronald Rump (lo dice wikipedia, spero sia una cosa attendibile) che vuole riaprire il loro amico per rubargli la creazione.

Anche voi eravate degli amanti dei biker mice? avete ancora delle figure? Vi piacciono queste della seconda serie? Raccontatemelo nei commenti!

Alla prossima:)

Ghostbuster/ Acchiappafantasmi - anni '80/2000

Ciao!
Oggi vorrei parlarvi degli acchiappafantasmi o più propriamente dei ghosbusters, essi sono nati e diventati famosi con i primi due film, ormai cult, usciti alla fine degli anni ottanta. Questi avevano una trama molto divertente ed avvincente, strizzavano l'occhio ai bambini che hanno paura ma sono anche attratti dai fantasmi, ma erano piacevoli anche per i più grandi. La nota vincente sono stati personaggi molto ben caratterizzati, il logo d'effetto ed una colonna sonora coinvolgente, per questo motivo non si poteva lasciare una così grande macchina produttrice di soldi ferma di conseguenza, i creativi si sono ingegnati per continuare la saga e vendere più gadget soprattutto ai più piccoli, per questo motivo all' inizio degli anni '90 arrivò in TV la serie animata che prese il nome di "the real ghostbuster" la quale aveva come protagonisti i quattro acchiappa fantasmi:
  • Peter Venkman,
  •  Ray Stantz,
  •  Egon Spengler,
  •  Winston Zeddemore.
C'erano inoltre la segretaria Janine e anche il fantasma Slimer, che nel cartone è buono cioè anche se combina pasticci è un loro alleato, infatti quando io, per la prima volta, vidi il film mi sembrò strano vedrlo come "cattivo" perchè ero abituata ai cartoni in TV.

Se volete vedere il video di questo gioco lo potete trovare qui.

I miei vicini di casa avevano tanti pupazzetti o come si dice oggi figure di questa serie e mi piaceva molto giocarci io però non ne ho mai posseduta nessuna, per questo motivo quando ne ho trovato un esemplare in un mercatino l'ho subito preso, è quello che vedete nelle foto.




Si tratta di Ray Stantz marchiato Kenner 1989, è grande circa 15 cm ed ha una tuta molto elaborata di un colore azzurro vivo con dei tubi lilla e dei particolari gialli, non è la tipica tuta degli acchiappa fantasmi l'ho riconosciuto grazie al classico simbolo che si trova su un braccio. La sua caratteristica è che dietro alla schiena ha una levetta che tirandola verso il basso fa si che la sua testa ruoti e da un espressione tranquilla e serena sul viso gli si disegna uno sguardo di puro terrore.



Cercando su internet ho visto che fa parte della 
collezione super fright features  e in più aveva un attrezzo arancione in mano ed un ectoplasma trasparente nel mio caso una bocca. Potete facilmente trovare la serie completa su internet facendo una ricerca, ogni personaggio fa un movimento diverso: qualcuno scende la testa nel busto altri cambiano esperssione e via dicendo.

Sono stata contenta di aver trovato questa figure a questo mercatino, nella stessa bancarella c'era anche un altro pupazzetto delle stesse dimensioni che aveva una faccia conosciuta ma non sapevo chi fosse l'ho rigirato più volte tra le mani, lo volevo  lasciare ma alla fine ho detto è del 1997 della trend master costa solo 50 cent, lo prendo poi mi informerò.
Ho scoperto che anche lui è un ghostbuster in particolare della serie extreme ghostbuster uscita appunto nel 1997, forse io ero troppo grande ma io ignoro completamente questi cartoni non li ho mai visti.
A quanto pare la trama si basa sul fatto che Egon insegna all'università e sta reclutando nuovi acchiappafantasmi perchè i vecchi hanno scelto carriere diverse e trova:
  • Eduardo Rivera
  • Garrett Miller
  • Roland Jackson
  • Kylie Griffin  

Questo sequel, nonostante riprendesse alcuni personaggi conosciuti come Egono, Janine e Slimer, come succede, non ha avuto il successo sperato ma sono comunque usciti i giochi in particolare le figure, io posseggo eduardo:

 


A questa figure manca, che ve lo dico a fare, lo zaino protonico, un'arma, la trappola ed il mostro ma, si sa, questi accessori si perdono facilmente, anche questo acquisto alla fine è stato azzeccato almeno ho potuto parlarvene nel mio blog.




Se anche voi avete delle figure soprattutto di questi acchiappafantasmi usciti nel 1997, fatemelo sapere e soprattutto raccontatemi se le storie erano belle o no perchè io non le ho mai viste, alla prossima :)

sabato 14 ottobre 2017

Elefun - anni '90/2016 - Hasbro/MB

Ciao!
Oggi voglio parlarvi di Elefun della MB, attualmente prodotto dalla Hasbro, sono riuscita a trovare poche informazioni sulla storia e sull'evoluzione di questo gioco in rete così condividerò con voi i miei ricordi in attesa che qualcuno, con ricordi più lucidi dei miei, possa illuminarmi.

Se volete vedere il video vi lascio il link qui.

Io mi ricordo chiarmente che questo gioco è nato negli anni '90 infatti sono riuscita a reperire in rete un apubblicità del 1994, in Italia sicuramente sarà arrivato più tardi ma sono sicura non dopo il 2000. Io ero troppo grande per giocarci ma mi  incuriosiva molto.
E' stato rilanciato sul mercato nel 2014 quando la hasbro ha comprato moltissimi  diritti di altre case di giochi come l'eg e la MB appunto e da quell'anno è stato riedito varie volte l'ultima nell'edizione, quella che io posseggo risale al 2016 e si chiama "elefun e le farfallucciole" che fa parte della serie:"elefun and friends", quindi di quella catena di giochi legati al mondo degli animali ,soprattutto della savana, che tanto piacciono ai bambini, infatti sono indicati per un pubblico molto giovane.




Dalla prima edizione nemmeno la grafica della confezione è cambiata molto, io come sempre apprezzo più la prima che vedeva un elefante abbatsanza sitlizzato con campi di colori netti e senza linee di contorno, ora c'è un disegno, sempre simpatico, ma più in linea con i gusti dei bambini di adesso, con sfumature e molto movimento. Anche la forma della scatola è cambiata: è passata da un cubo molto grande ad una scatola snella e piccolina con anche delle parti in rilievo.

Ma spieghiamo come si gioca: si tratta di un gioco elttronico infatti occorrono delle batterie per alimentarlo, riguado a questo fatto non hanno fatto grandi passi avanti rispetto agli anni '90, ora, come allora  ci vogliono 4 e dico 4 mezze toce, io non ci gioco molto anzi diciamo che non ci gioco per niente, ma non credo che possano durare molto e questo è un fastidio perchè non si trovano in tutti i negozi e non costano poco, continuo a vedere sempre più inutile la collaborazione tra hasbro e duracell in quanto questa industria di batterie non fornisce mai queste all' interno dei giochi, bha.


Il protagonista è un elefante che altro non è che un fon ad aria fredda con la proboscide rivolta verso l'altro, quest' ultima è un tubo di plastica flessibile la palstica delle buste per intenderci davvero molto alto all' incirca 90 cm. Ho visto che delle versioni lo hanno azzurro, in tinta con l'elefante, ed altre trasparente. Sceglierlo dello stesso colore del pachiderma è una scelta migliore in quanto l'animale sembra di più un elefante, inotre anche se è colorato si possono comunque scorgere le ombre delle farfalle che lo risalgono e questo è un bell'effetto.

Il gioco inizialmente comprendeva 4 retini di 4 colori diversi costituiti da un'intlaiatura e da una rete appunto,  l'esemplare che ho io ne ha solo due, la hasbro che sta risparimiando su tutto!!!! 
Inoltre nella confezione ci sono anche delle farfalle, che altro non sono che dei fiocchetti, una spece di otto fatti in una stoffa molto leggera, quella dei fiori delle collane hawaiane per intenderci.
Non so quante farfalle devono essere contenute nella confezione, ma le mie mi sembrano molto poche.


Smontata la proboscide dell'elefante basta introdurre e spostare l'interruttore su on per cominciare il gioco, i concorrenti devono  con i retini prendere le farfalle; chi ne prende di più mentre sono ancora in volo vince. Appena comincia il gioco vi raccomando di stendere bene la proboscide dell' elefante così da far fluire facilmente le farfalle.







Da qui vi parlerò del mio esemplare e dei difetti che gli ho trovato. Nel mio caso le farfalle escono tutte di colpo oppure non escono per niente, a questo si può ovvise togliendo la proboscide e mescolandole un po', ma comunque il gioco finisce nel giro di un minuto, quindi mi chiedo se sono io che sbaglio qualcosa o se le farfalle sono troppo poche.
Il gioco è adatto da 3 anni in su per 1 o 2 giocatori (mentre quello vecchio era da 1 a 4 giocatori), questa volta vi devo dire che se siete grandi anzi, se siete alti l'esperienza di gioco non è la stessa in quanto le farfalle si innalzano di poco e una volta uscite e poi tendono a riscendere, per questo motivo i bambini, che sono più bassi di elefun, hanno più tempo per captare e raccogliere le farfalle mentre i grandi possono prenderle solo appena escono dalla proboscide.

La grande innovazione di elefun e le farfallucciole per me è assolutamente inutile. Praticamente questo elefun ha delle farfallucciole speciali che si vedono al buio, sono 1/3 del totale, sulla loro superficie quando è buio, ma non un po' scuro come dice la confezione proprio buio buio, escono delle stelline e sono belle da vedere, anche quando scappano dall'interno del naso dell'elefante, il problema è che che:se si spegne la luce si vedranno solo queste e non tutte le altre. Elefun al suo interno ha una luce blu che forse dovrebbe attivare queste farfallucciole anche quando non c'è proprio questo buio buio ma io non vedo nessuno deifferenza. 

L'elefante sulla base presenta un pulsante che si distente spegnendolo non appena cade o è alzato da terra, inoltre presenta un'apertura sulla bocca, in questo modo potranno essere rimesse al suo interno le farfalle non prese, questa cosa è inutile perchè le farfalle rimesse dentro in questo modo si accartocciano e non volano, inoltre non si ha tempo di rimettere le farfalle quando cadono perchè ne continuano ad uscire altre e si perde la possibilità di prenderle. Si fa prima a raccoglierle tutte, smontare la proboscide e rimetterle nell'elefante.


Una cosa simpatica che ho trovato in rete è che in america, in particolare in esclusiva nei negozi toys 'r'us c'era una versione donna di elefun si chimava belefun era rosa.

Questo gioco è consigliato fino ad un massimo di 6 anni, no questa volta non posso proprio dire ci si divertiranno anche gli adulti, non è proprio possibile, se lo regalate, vi consiglio di comprare anche le mezze torce sennò il bambino non potrà giocarci subito.

Se avete anche voi qualche commento da fare su questo gioco lo aspetto nei commenti!

venerdì 6 ottobre 2017

Figure lego ninjago+minifigure

Ciao!
In occasione dell' uscita del  nuovo film della lego ninjago, volevo fare un post a tema.
I lego ninjago sono stati prodotti a partire dal 2010 è ambientata in Giappone come si può capire dal titolo. Un mio dubbio è ma si legge ninjàgo o ninja-go io l'ho sentito pronunciare in tutti e due i modi e questo mi ha messo un po di confusione.
In particolare, il periodo in cui è collocata questa collezione, è l'era in cui c'erano i samurai ed i ninja, in più ci sono spaventosi mostri: soprattutto dragoni e robot. Tutte le architetture ed i mezzi di trasporto riprendono questo stile ed i colori predominanti sono: il rosso, il verde, il blu ed anche l'arancione.
Per prima cosa volevo proporvi il montaggio veloce di una piccola figure che mi hanno regalato ad acqua e sapone, non so perchè, forse per promuovere il film:

https://youtu.be/4bl4bexnOvo



Come tutti gli altri lego anche il montaggio di questa figure è stato molto interessante i piccoli particolari mi fanno sempre sorridere piacevolmente.
Ora faccio due collegamenti che non stanno molto in piedi ma servono per allungare un po' il post XD
Visto che stiamo parlando di figure volevo mostrarvi anche le mie figure, per la cronaca io ne ho comprata solo una, quella della serie 4 e mi è uscita la pattinatrice ma io volevo il punk, sono stata a tastare le bustine  per mezz' ora e ho trovato questa...-.-'''
Non mi piace perchè ha i pattini da ghiaccio e non si regge sulla base, complessivamente queste figure non mi piacciono affatto soprattutto perchè a me sono uscite solo quelle brutte,  ma vi rendete conto? Vabbè forse le rivenderò o andrò in un lego store e mi farò finalmente una figure come voglio io.


serie 7: cappuccetto rosso

serie 7: nettuno

serie 7: programmatore

serie 7: space marine

serie 7: tarzan

serie 6: ballerina flamenco

serie 7: nuotatrice

serie 7: suonatore cornamusa


serie 4: pattinatrice sul ghiaccio

Per fare un altro collegamento a caso visto che anche oggi si parla di un film della lego volevo farvi vedere questo set che ho trovato al mercatino dei bambini quest' estate (ah perchè non si fa tutto l'anno). Si tratta di cat woman e di batman che sono usciti per lo scorso film della lego quello dedicato a batman....anche questo non mi è piaciuto non posso farci niente. Ma questo set stava solo ad 1 eruo nn potevo lasciarlo lì e mi piace abbastanza.








Spero che questo post vi abbia fatto comagnia, alla prossima :)