Le nostre magliette

Le nostre magliette
Sostienici comprando una maglietta ispirata ai giochi vintage ;)

sabato 17 novembre 2018

Portobello - Clementoni

Ciao!
Oggi sono orgogliosa di fare una recensione vecchia ma allo stesso tempo moderna, possiamo dire di essere arrivati prima degli altri, almeno una volta ahaha. Da qualche settimana sulla Rai è tornata in onda la trasmissione Portobello nata con Enzo Tortora ma attualmente presentata da Antonella Clerici. Mi sono forzata a vedere qualche puntata della versione nuova, anche se questi programmi di intrattenimento non sono il mio genere, e l'ho confrontata con quelle degli anni '70 che ho trovato in rete. In realtà il programma è rimasto invariato, come può un programma di grande successo negli anni '70 avere lo stesso successo nel 2018? Io credo che questa cosa non si possa realizzare perché nel frattempo si è sviluppato internet, i cellulari e i social quindi alcune rubriche, diciamo quasi tutte, non hanno più il senso di esistere. Si può trovare l'amore, persone scomparse o anche finanziatori delle proprie idee su internet, ma una cosa che non è cambiata è che la gente vuole partecipare e farsi vedere in TV, è solo questo il motivo per cui chiamano. 

Questa lunga parentesi per dire che non credo che faranno riuscire sul mercato il gioco da tavolo di Portobello adesso quindi, cisto che abbiamo trovato la versione degli anni '80 approfittiamo noi per parlarne e mostrarvi come è fatto.

Se volete vedere la video recensione a questo gioco la trovate qui.

Diciamo che abbiamo avuto una botta di fortuna abbiamo trovato questo gioco giusto poche settimane prima dell'inizio della trasmissione super super scontato, anche perché la scatola era messa in condizioni pessime, l'ho pulita più di 4 volte e continuava ad uscire il nero, ad un certo punto mi sono fermata perché avevo paura che si scolorisse.

Si tratta di uno scatolone molto grande e sulla copertina c'è Enzo Tortora il presentatore che ha reso famoso Portobello insieme al malefico pappagallo verde che il pubblico doveva far parlare per vincere tanti soldi ma ci ricucì solo Paola Borboni, in un giorno che avevano cambiato pappagallo, di questo ormai tutti sono sicuri.

Dopo la triste vicenda giudiziaria il presentatore provò a tornare con la trasmissione ma non ebbe più il successo iniziale e venne mantenuta solo per un anno.
Il gioco è confusionario come la trasmissione stessa, contiene vari elementi o sottogliochi che si combinano insieme per guadagnare soldi che verranno contati alla fine della partita, chi ne ha di più vince.
Nella scatola potevate trovare:

  • un telefono, cioè una scatola con sopra la "ruota" che serviva una volta per comporre i numeri, è speciale perché ad ogni numero che ruotate esce una banda rossa o verde in un apposita fessura,
  • 6 cabine con colori molto anni '70, costituite da due pezzi, quindi dovrete montarle per farle stare in piedi. Hanno un numero di telefono sulla parte frontale;
  • banconote il 4 tagli differenti;
  • vari mazzi di carte: quello del "dove sei?", quello di Enzo Tortora, quello del pappagallo, quello di Portobello e quello degli oggetti;
  • 6 serie di tagliandini delle collezioni;
  • un libretto si istruzioni.


Non l'ho ancora detto ma si può giocare da 4 a 6 giocatori, non è indicata l'età e il gioco è edito dalla Clementoni.

Prima di cominciare montate le varie cabine e datene una od ogni giocatore, come potete vedere in quel mix di colori molto psichedelici c'è un numero di telefono è proprio quello del giocatore che dovete digitare, sul telefono e sperare che la sua linea sia libera.


Consegnate ad ogni giocatore 5 banconote di ogni taglio e un numero variabile di carte del mazzo degli oggetti a seconda del numero di giocatori.
Mischiate le carte delle collezioni e datene 6 a testa, mettete tutti gli altri materiali di gioco sul tavolo. I mazzi di Enzo Tortora, del pappagallo e di Portobello dovranno stare ad un lato del piano da gioco il mazzo del "dove sei?" deve essere diviso tra persone luoghi e date, come per il gioco Cluedo, pescate a caso una carta di ogni mazzetto e mettetele coperte al centro del tavolo, le altre mischiatele insieme e distribuite in egual numero a tutti i giocatori, quelle che avanzano mettetele scoperte al centro. In seguito vi spigo come partecipare a questo gioco.

Ho deciso di separare la trattazione di ogni minigioco della trasmissione così che vi sarà più chiaro come funziona il tutto.

Gioco principale, vendere le vostre idee



In realtà nel gioco da tavolo, a differenza della trasmissione, non si vendono proprio le vostre idee bensì delle merci che sono rappresentate sulle carte che vi saranno consegnate all'inizio del gioco. il restante mazzo si pone ad un alto della tavolo con la parte colorata verso l'alto. Dovete sapere che nel mazzo ci sono delle coppie di oggetti, uno dal valore inestimabile e l'altro dal valore molto basso. Sul dorso della carta, quello bianco, c'è scritto effettivamente di cosa si tratta, sul fronte, invece, c'è la figura dell'oggetto e due prezzi che corrispondono al valore più altro della cosa e al valore minimo. Dovete sapere che tutte le merci che avete a fine partita si sommeranno ai soldi guadagnati e a eventuali premi dati dal pappagallo, se avete delle coppie di oggetti potete sommare il loro valore e raddoppiarlo.

Ogni giocate deve mettere in vetrina un oggetto, è quello che ha intenzione di vendere agli altri giocatori, digitando il suo numero sul telefono potranno contattarlo per vedere se riescono a raggiungere un accordo. Nel caso il numero è libero, esce una barra verde in una fessura del telefono alla fine della composizione, si può fare un'offerta al venditore, non sapendo se l'oggetto sia di grande o di infimo valore, egli può accettarla o rilanciare. In quest'ultimo caso, se il compratore non accetta dovranno entrambi versare 50 mila lire alla banca e gli altri giocatori potranno fare la loro offerta. Quando si vende un oggetto se ne pescara un altro dal mazzo.



Carte Enzo tortora



Le carte di Enzo Tortora si possono pescare nel caso il numero di telefono di un venditore sia occupato e, digitano il 9790, se la barra sul telefono esce verde. Di solito vi darà altre chances di chiamare o vi regalerà dei soldi.

Carte con il pappagallo



Nel caso in cui durante le vostre tante telefonate esca, in un altra fessura del telefono la scritta Portobello potete girare la prima carta del mazzo con il pappagallo, a questo punto dovrete fare una sfida usando il mazzo Portobello.


Avete 60 secondi per ricomporre la scritta girando una carta alla volta. Se volete saperne di più potete vedere in nostro video ve ne daremo una dimostrazione.

Carte "dove sei?"



Nel caso in cui troviate occupato sia il numero del venditore che quello di Enzo Tortora potete chiamare il 7777, nel caso troviate libero potete fare una previsione sulla persona scomparsa dicendo il nome la data e il luogo di sparizione, aiutandovi anche con la carta riassuntiva che si trova sul tavolo. Il giocatore dopo di voi, consultando le sue carte, come si fa per Cluedo, f dovrà smentila se ha una carta citata, che la mostrerà al giocatore, nel caso non ci riesca, si passa a quello successivo e così via. Se nessuno smentisce la dichiarazione fatta si scoprono el carte sul tavolo e se avrà indovinato, potrà pescare 2 carte oggetti da vendere. Io penso che per tenere segno di ciò che si dice ci servirebbe un foglietto e una penna ma il gioco non lo prevede.

Collezioni



Ogni giocatore avrà delle carte collezioni, come dice la carta riassuntiva, a seconda del numero di oggetti che si possiede di ogni collezione, alla fine della partita guadagnerà una somma di denaro. Sul libretto di istruzioni non c'è scritto se questi oggetti si possono scambiare o meno durante la partita quindi non capisco molto bene l'utilità.

Il cuore del gioco è il telefono e infatti è la parte più danneggiata, in fin dei conti Portobello è uno dei migliori giochi a cui ho giocato, legato ad una trasmissioni televisiva perché non ci sono le domande e quindi non è potuto diventare ormai vecchio. L'uni problema riscontrato è che c'hanno voluto mettere troppe cose e alla fine uno si perde.

Spero che questa recensione vi abbia interessato alla prossima :)

5 commenti:

  1. Oddio, non sembra proprio semplicissimo proprio per via dei sottogiochi vari, ma ammetto che la compravendita a scatola chiusa sembra figa. Un po' alla Mercante in Fiera.
    Quanto alla trasmissione, encomiabile che sia tornata nella formula originaria, ma in effetti è fuori tempo.
    Però gradevole.

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Questo gioco lo aveva il figlio della mia vicina, più grandicello di me, decise di sbarazzarsene e me lo regalò.
    Mi piaceva un sacco il telefono, le carte con le cose e i loro prezzi, naturalemente i soldi.
    Mi ero inventato le mie regole, perché purtroppo il regolamento non era più presente. Ma era divertente lo stesso e anche giocarci uno vs uno.
    E' un po' malconcio (la scatola è rotta inoltre), ma nella mia cantina dovrebbe esistere ancora.
    Adesso mi studio bene il regolamento vero e mi guarderò il vostro video.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se dovessi aver bisogno delle foto delle istruzioni contattaci con il modulo presente al lato di questa pagina, te le inviamo con molto piacere

      Elimina
    2. Molto gentile Karen :),
      ma di sicuro dovrei tirarlo fuori dall'abisso della mia cantina :D.
      Poi il tuo post è stato chiarificatore ^ _ ^

      Elimina