venerdì 18 ottobre 2019

Il gioco della giungla - tratto dall'anime il libro della giungla del 1989

Oggi vi parliamo di un gioco da tavolo collegato ad un anime, si tratta del Libro della Giungla trasmesso da Mediaset nel 1991, prima su rete 4 e poi anche su Canale 5 e Italia 1.

Se ne volete vedere la video recensione vi lasciamo qui il link.

Qualche info sul cartone

La sigla era cantata da Cristina D'Avena e per noi nati alla fine degli anni '80 questo era il Libro della Giungla non il classico Disney che uscì nel 1967. Entrambi sono tratti dal libro scritto da Kipling quindi hanno la medesima trama: un bambino abbandonato nella foresta cresciuto dai lupi e da vari altri animali; come tutte le storie che si rispettino anche in questo caso c'è un antagonista la tigre Shere-Kan.

Se volete rivedere tutti gli episodi si trovano facilmente su youtube.

Il libro della giungla in versione anime andò così tanto che la DeAgostini Junior ne decise di farci un'uscita periodica in edicola.

Proprio in questa si poteva trovare "il gioco della giungla".

Il primo fascicolo della De Agostini junior

Ogni uscita, che non vi so dire con che cadenza uscisse, conteneva una videocassetta con alcuni episodi e un documentario sugli animali, un libro e degli accessori per il gioco.

Nel libro c'è la storia del cartone riportata in forma discorsiva, degli approfondimenti sugli animali e dei quiz.





La prima uscita era la più succulenta e anche la meno costosa, infatti io posseggo solo questa.

La plancia del gioco da tavolo era il cartone che stava dietro alla pubblicazione ed era davvero grande ecco perché potrebbe essere difficile reperirlo, dato che molti l'avranno buttato. Io l'avevo fino a qualche tempo fa ma, purtroppo, non lo trovo più quindi l'ho riprodotto a mano.


Nella prima uscita c'era anche una scatola, che sul retro riportava il regolamento e all'interno aveva una plastica verde in cui riporre i dadi e le carte, che sarebbero uscite con i fascicoli successivi.

Il gioco della giungla

Il gioco della giungla non è un gioco particolarmente entusiasmante, è una sorta di gioco dell'oca ma avevo piacere a parlarvene in quanto si trovano poche informazioni in rete e magari a qualcuno può interessare.


Si gioca da 2 a 6 giocatori su una plancia di 63 caselle, ognuno prende un segnalino con la figura di Mowgli, gli unici originali che ho trovato nella scatola erano quello giallo e quello rosso gli altri li ho ricostruiti io realizzandoli in dei colori a dir poco assurdi. Inoltre per giocare occorrono 2 dadi anche se io ne ho rinvenuti 3 nella confezione.
Ora mi accorgo che non vi ho detto come sono venuta in possesso della scatola e di tutto il suo contenuto: l'ho trovata nella spazzatura ed ero tutta contenta di riunirla con la plancia che avevo, peccato che poi non l'ho più trovato :(.


Tutti partono dalla prima casella e tirano i due dadi, chi fa un doppio uno al primo tiro arriva direttamente alla caselle 50 altrimenti avanzano del numero lanciato.


Ci sono delle caselle speciali che potete trovare lungo il vostro percorso:
  • caselle Mowgli, fanno raddoppiare il punteggio ottenuto;
  • caselle Shere-khan (la tigre) si pesca una carta dal mazzo dedicato e si legge cosa fare, di solito sono degli imprevisti;
  • caselle Akela (il vecchio lupo) sono dei quiz di animali che ti permetteranno, se indovini in 30 secondi, di fare un altro tiro;
  • caselle con le liane ti fanno avanzare di 3 caselle;
  • caselle con il coccodrillo ti fanno tornare da dove sei partito;
  • la palude ti fa stare fermo fino a quando un altro giocatore ti raggiunge, altrimenti sei libro in 3 turni;
  • il rifugio ti intrappola per 3 turni;
  • dalla grotta puoi ripartire solo con un punteggio doppio;
  • se capiti nella tempesta devi ripartire dal via.

Una regola che, a mio avviso, sembra interessante e che può davvero dare un po' di brio al gioco è quella che recita: "il giocatore che viene raggiunto da un altro prende il posto di quest'ultimo", quindi credo che debba spostarsi nella casella da dove è partito il suo avversario quando ha iniziato il turno.

A parte un po' di incongruenze e difficoltà nell'interpretare il regolamento quando si gioca, il gioco è molto semplice.
Vince chi arriva con un numero esatto alla casella 63.

Se anche voi conoscete questo anime o questo gioco raccontatecelo nei commenti.
Alla prossima :).

1 commento:

  1. No ma complimenti per lo sbattimento nell'aver ricreato la plancia! :o
    Il gioco non lo ricordo (interessante proprio solo il fatto di scambiarsi di turno con chi ti raggiunge) ma ricordo le uscite in edicola di questi fascicoli^^

    Moz-

    RispondiElimina