venerdì 31 gennaio 2020

Barbie: la reginetta del ballo - Mattel

Oggi sono orgogliosa di parlarvi del gioco da tavolo: Barbie e la reginetta del ballo. Se l'avete trovato anche nell'armadio di una vostra nipotina non vi sbagliate infatti questo gioco viene riproposto dagli anni '60 ad oggi e si trova ancora praticamente immodificato nei negozi.



Faccio una breve parentesi prima d'iniziare: grazie a questo gioco ho aperto questo blog. Infatti ho trovato la plancia dell'edizione del 1968, all'interno della scatola del gioco piccole donne e avendo amato il suo design tipico di quell'epoca ho deciso di ricostruirlo

Per informarmi sui componendi per giocarci ho visionato moltissime foto e letto altrettanti blog. Uno in particolare ha attratto la mia attenzione, era una pagina di una ragazza che raccontava quando giocava ci giocava da piccola insieme al fratellino e la mamma, per renderlo più appetibile ad un maschietto, aveva creato delle carte speciali con dei vestiti maschili e introdotto degli anelli davvero belli. Purtroppo non trovo più questa pagina per potervela linkare. Però mi è rimasta nel cuore e proprio da questa mi è venuta l'idea di aprire per raccontare e condividere i miei ricordi legati al meraviglioso mono dei giochi da tavolo.

Il gioco Barbie e la reginetta del ballo è adatto da 6 a 12 anni da 2 a 4 giocatori, il fine è  trovare un cavaliere, fare in modo che questo vi regali un anello, comprare un vestito, conquistare un distintivo di un club e arrivare per prime al ballo, solo così potrete essere incoronate reginette.


Potete vedere la video recensione qui.

Come ho ricreato il gioco


Nelle foto vedrete due giochi uno normale e l'altro palesemente fatto a mano, ci tenevo a mostrarvi la mia creatura infatti, come vi dicevo anche prima, ho deciso di ricostruirlo quando ho trovato la plancia all'interno di un altro gioco.



Non è stata una cosa facile, ho fatto la grafica delle carte e dei soldi a partire da foto sfocate trovate sulla rete, ho tentato di diventare cieca leggendo il regolamento sulle immagine dei venditori di ebay e ho realizzato con le mie mani i segnalini, non sono uguali all'originale, eh? XD


Ho anche saccheggiato il portagioie di mia mamma cercando dei ciondoli che potessero essere, anche solo lontanamente, simili ai distintivi dei club e ho deciso di costruirmi gli anellini con due cuori incrociati. Mi sono arresa solo davanti alle carte, infatti non sapendo cosa ci fosse scritto, ho deciso di acquistarle da un venditore ebay che vendeva i pezzi del gioco spaiati.
Alla fine ho messo insieme questo enorme Frankenstein e ci ho fatto anche differenti partite. Tempo dopo ho trovato un esemplare più moderno in un negozio dell'usato e non ho potuto fare a meno di acquistarlo.



Contenuto della confezione


Da qui le mie parole diventano ipotesi, avendo visto i materiali dell'originale degli anni 60 ho notato che gli esemplari successivi, credo che ce ne sia stato uno degli anni '70, che ha la copertina con la Barbie marinara che sta al centro del tabellone (come quello mio) e una versione successiva degli anni '80 che è quella che ho io, abbiano dei materiali simili e altri differenti, aggiungerò vicino a ognuno ciò che cambia:
  • 4 anellini che si perdevano alla velocità della luce visto che le bambine li indossavano anche fuori dal gioco. Erano argentati, i miei sono un po' scoloriti a causa dell'usura e avevano due cuori incrociati, infatti si tratta di anelli di fidanzamento (uguali in tutte le edizioni);
  • 4 distintivi dei club di colore dorato: una lampada di Aladino (letteratura), due maschere (teatro), una racchetta (sport), una chitarra (musica). Penso che questi si perdevano più velocemente degli anelli visto che sono dei semplici pezzi di plastica che non se ne escono anche dalle loro sedi presenti nella scatola (uguali in tutte le edizioni);
  • soldi, in vari importi da 1 (verdi), da 5 (gialli) e da 10 (rosa) (uguali in tutte le edizioni);
  • 4 carte debito dal retro marrone (uguali in tutte le edizioni);
  • carte sorpresa (uguali in tutte le edizioni);
  • 4 carte dei boyfriends questi variano non per i nomi ma per l'aspetto;
  • 4 carte dei vestiti variano sia per aspetto che per nomi;
  • 4 segnalini con il profilo di barbie (rosso, arancio, verde e blu) (sempre uguali);
  • un dado con i numeri da 1 a 4 (sempre uguale);
  • un tabellone varia nella grafica ma non nella struttura.
Le istruzioni sono in una parte rialzata della scatola così non le perderete.




Preparativi


Consegnate ad ogni giocatore 25 Barbie dollari, ognuno, poi, posizionerà il suo segnalino sulla casella di partenza "casa", verranno mischiate le carte sorpresa e poste affianco al tabellone con quelle debito, i boyfriends e i vestiti.



Come si gioca


Se guardate il tabellone vedrete che ha percorso principale che si trova sul bordo e delle rientranze verso il centro nelle quali si può accedere solo da specifiche caselle. 


Giocare è molto semplice, al proprio turno ogni giocatore lancia il dado, si muove del punteggio uscito e fa quello che c'è scritto sulla casella d'arrivo, queste possono essere:
  • caselle d'ingresso a un attività (quei percorsi che vi dicevo prima) se volete entrare ritirate il dado;
  • caselle sorpresa, pescate una carta dal mazzo e fate quello che vi dice;
  • normali caselle, leggete quello che c'è scritto ed eseguite.

Un'eccezione che vi impedisce di proseguire dritto ma vi costringe a girare è la casella scuola, arrivati qui virate a sinistra ed entrate. Potete evitarla solo se avete una carta sorpresa che ve lo consente.


Durante i vostri tiri avrete la possibilità di guadagnare soldi (a ogni giro ogni volta che ripassate da casa ritirate 5 Barbie dollari) e spendere soldi (se finite i vostri risparmi prendete una carta debito e 10 sodi dalla banca, li riconsegnerete quando avrete messo da parte un bel gruzzoletto).

Il vostro fine però è quello di conquistare un ragazzo, lo potrete fare solo nella parte dedicata del tabellone e acquistare un vestito, ci sono due punti in cui potrete investire su un bell'abito (in questi casi nessun altra giocatrice potrà avere il vostro stesso ragazzo e il vostro stesso abito).

Per andare al ballo dovrete anche conquistare un distintivo e farvi regalare un anello, cose che possono succedere tramite le carte o girando per il tabellone.




Quando avrete tutto potete girare nell'apposito corridoio del tabellone, chi raggiungerà per prima la casella centrale della plancia per primo sarà il vincitore.

Sì lo so è un gioco inutile ma a me piace, qualsiasi gioco che al suo interno abbia dei gioielli di plastica mi conquista non importa come si gioca (vedi piccola principessa). E poi diciamoci la verità chi è che non sogna di diventare la principessa del ballo!


L'unico appunto è che avrei fatto il gioco unisex, ci poteva benissimo stare anche il principe del ballo, dei vestiti da uomo e delle girlfriends, spero che le edizioni più moderne abbiano introdotto questa variante

Alla prossima ;)

Nessun commento:

Posta un commento